Storie di coraggio: a Castel Bolognese si parla di emiliano-romagnoli nel mondo

Migrazioni di ieri e di oggi, con al centro l’esperienza degli emiliano-romagnoli. Martedì 27 novembre 2018 alle ore 20.30 al Teatrino del Vecchio Mercato (Via Rondanini 19, Castel Bolognese) è in programma l’ incontro “Storie di coraggio e avventura: l’esperienza migratoria degli emiliano-romagnoli nel mondo”. L’incontro intende affrontare il tema dell’intenso e dinamico fenomeno migratorio degli emiliani-romagnoli e della sua evoluzione nel tempo, con un focus particolare sull’Argentina, cercando di comprenderne le profonde cause e insieme confrontarle con quelle degli eventi a cui assistiamo nel presente.

Nel corso della serata sarà presentata l’app Faenza Calls World

Parte della serata sarà dedicata al racconto dell’attiva comunità internazionale di emiliano-romagnoli di seconda generazione che vive a Buenos Aires mantenendo un solido legame con le proprie radici e la propria cultura di origine.Saranno presenti i ragazzi di associazione Prometeo, la Consulta delle Cittadine e dei Cittadini Stranieri di Faenza e Gianluigi Molinari, presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo. A moderare l’incontro Samuele Marchi, giornalista de ilPiccolo e BuonsensoFaenza. Nel corso della serata sarà presentata l’app “Faenza calls world” che ha l’obiettivo di creare un network tra tutti i faentini nel mondo realizzando una mappa multimediale per monitorare il fenomeno migratorio contemporaneo. L’evento, aperto alla cittadinanza, si concluderà con un dibattito con il pubblico presente

2 thoughts on “Storie di coraggio: a Castel Bolognese si parla di emiliano-romagnoli nel mondo

  • 27 Novembre 2018 in 13:53
    Permalink

    Bellissimo, io sono d’Argentina, sono figlia dell’uomo della foto, quanto ci piacerebbe essere in questo incontro, il mio bisnonno è nato a Faenza. Grandi storie di coraggio vengono dall’Italia fino l’Argentina! Quanto vorrei stare li!

    Risposta
    • 1 Dicembre 2018 in 8:36
      Permalink

      Ci piacerebbe tanto averti qui ma e’gia pia
      Cevole sentirti. Un forte abbraccio

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.