Emergenza acqua a Modigliana: l’8 agosto un’assemblea pubblica

Emergenza acqua momentaneamente rientrata in Modigliana: oggi, lunedì 7 agosto, dai rubinetti dovrebbe tornare a scorrere acqua potabile dopo l’intervento di Hera e Romagna acque. Ma la siccità non dà tregua e, in attesa del ritorno della pioggia, la situazione continua a rimanere critica. L’amministrazione invita ancora i modiglianesi a usare l’acqua responsabilmente ed evitare lavatrici o lavaggio macchine per almeno altri dieci giorni. Martedì 8 agosto alle ore 21 nella sala Bernabei (piazza Matteotti), il sindaco di Modigliana, Valerio Roccalbegni, incontrerà la cittadinanza nel corso di un’assemblea pubblica nel corso della quale farà il punto su quello che avverrà nei prossimi giorni.

Modigliana senza acqua: in crisi la portata del fiume Tramazzo

Niente acqua dai rubinetti: questa la sorpresa con cui si è svegliata Modigliana sabato 5 agosto, dopo che già da venerdì sera l’acqua aveva smesso di scorrere a causa dei mancati rifornimenti dal fiume Tramazzo (Modigliana non è infatti collegata con la diga di Ridracoli). Come aveva spiegato in un comunicato stampa il sindaco di Modigliana: «L’interruzione è stata determinata da un improvviso calo della quantità dell’acqua fornita dalla sorgente di Scarzana e dal fiume Tramazzo che al momento eroga circa il 30/40% dell’acqua necessaria alla nostra comunità. Pertanto – proseguiva la nota del primo cittadino – si deve procedere a un’azione di integrazione dell’acqua attraverso autobotti che riforniscano l’acquedotto. Purtroppo l’emergenza non riguarda solo Modigliana, ma molte zone della Romagna e le informazioni di cui disponiamo ci dicono che la sofferenza potrebbe prolungarsi fino a lunedì’ (7 agosto, ndr), quando la situazione dovrebbe risolversi».

Nel frattempo, la macchina dei soccorsi si è mossa. Quattro autocisterne di Hera e Romagna Acque – unitamente alla Protezione Civile – hanno provveduto a rifornire i modiglianesi di acqua potabile, ricaricando inoltre l’impianto di potabilizzazione di Campatello. Nella mattinata di lunedì 7 agosto è prevista una riunione a Romagna Acque Società delle Fonti per capire le azioni che quest’ultima potrà mettere in atto per far fronte alla situazione di criticità creatasi nell’approvvigionamento dell’acqua. Nel frattempo proseguirà l’azione di Hera al servizio della cittadinanza. L’azienda precisa «che nei restanti territori gestiti, non caratterizzati come in questo caso da carenza di approvvigionamento perché direttamente allacciati alla diga di Ridracoli, non si evidenziano situazioni di criticità tali da compromettere la continuità del servizio». Nel frattempo, i modiglianesi possono così da oggi tornare a lavarsi i denti, farsi una doccia oppure cuocersi un piatto di pasta. Per lavatrici o lavaggio macchine invece ci vorrà ancora tempo.

Foto: Leonardo Rossi

 

Rispondi