Parola ai lettori: il punto di vista di Greta Xella sulle elezioni politiche del 25 settembre

Prosegue la nostra rubrica sui punti di vista dei lettori riguardo le elezioni politiche del prossimo 25 settembre. Dopo aver ascoltato Nicola Cavina e Luca Fregnani, diamo la parola a Greta Xella, autrice di fumetti.

Il punto di vista di Greta Xella

Che giudizio dai alla crisi di governo e allo scioglimento delle camere?

Lo trovo un atto irresponsabile per diverse ragioni, tra le più importanti le tempistiche scriteriate e l’abbandono del concetto di politica come organo a servizio dello stato.

La crisi di governo avrà delle ripercussioni sul tuo settore lavorativo?

Quello in cui lavoro è un settore che in Italia non viene comunque riconosciuto e/o inquadrato dalle istituzioni, quindi non credo possano esserci grandi cambiamenti all’interno di questa bolla.

Come sarà la prossima campagna elettorale? Cosa ti aspetti?

Negli ultimi decenni quello che era il cuore della politica, ovvero il servizio al cittadino, è stato oscurato dall’aspetto comunicativo e dalle personalità che lo hanno sfruttato: lo slogan e il personaggio hanno avuto la meglio sugli ideali. Ad oggi, considerando la precarietà del governo e la frammentazione delle forze politiche, il rischio più concreto è che si vada alle urne scegliendo “la figurina” e non il programma proposto.

Un punto imprescindibile dell’agenda del prossimo governo

Ad oggi, leggendo i vari programmi elettorali, di proposte concrete sull’ambiente se ne possono trovare ben poche. credo invece che dovrebbe essere il punto focale di ogni programma, al pari di una politica che riesca a parlare ai giovani ascoltando la loro voce. La forza delle loro idee e dei loro ideali – ambiente e diritti umani/civili in primis – è viscerale e racconta di problemi concreti attuali, che la politica oggi ignora, ma con i quali dovrà fare i conti domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.