Dopo il Convegno di ottobre, in arrivo un e-book su Don Carlo Mazzoti

Dopo il convegno realizzato dalla Biblioteca Comunale lo scorso ottobre (di cui abbiamo già trattato all’interno del nostro sito) è in arrivo del nuovo materiale con il quale rileggere la figura di Don Carlo Mazzotti, un protagonista ed un testimone del Novecento faentino, essendo stato lungamente impegnato in diversi ambiti della vita sociale e religiosa della città e della diocesi. Si potrà infatti scaricare come ebook il libro “”Cooperazione e democrazia dei cristiani“, realizzato dallo studioso faentino Alberto Fuschini ed edito da Homeless Book, dove è possibile scaricare gratuitamente il volume.

Un gruppo di ricerca su un protagonista del Novecento faentino

Per la realizzazione del libro, fondamentale è stato il supporto della Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea della provincia di Ravenna e della Biblioteca Comunale Manfrediana di Faenza. Attorno alla figura di Don Carlo Mazzotti si è costituito negli ultimi anni un gruppo di ricerca che, ormai da oltre un anno lavora per riportare interesse e attenzione su di un protagonista del cattolicesimo non solo locale, ricostruendone la bibliografia e i tanti interventi nei vari ambiti in cui operò: dal religioso al culturale, dal politico al sociale.

Un uomo che andò concretamente al popolo

Don Carlo Mazzotti (1880-1980) ha attraversato il secolo scorso animato da viva e originale passione civile e religiosa (“fervente murriano” lo definisce l’amico e discepolo, storico di vaglia, Don Lorenzo Bedeschi in un suo libro “romagnolo”), redigendo anche una notevole mole di pregevoli studi di storia locale, ma, soprattutto nei primi decenni del ‘900, nel pieno dell’entusiasmo provocato dall’enciclica “Rerum Novarum” di Leone XIII, e animato dalla feconda seminagione, pure in terra di Romagna, del sacerdote marchigiano Don Romolo Murri, andò concretamente “al popolo”, come si diceva allora, partecipando con grande attivismo (ma ricavandone anche delusioni e incomprensioni) alle vicende che agitavano il movimento cattolico.

Rispondi