Partono il 17 gennaio i “Dialoghi sull’educazione” a Faenza

Giovedì 17 gennaio nell’aula magna di Faventia Sales a Faenza prende il via il progetto “Educazione e famiglia: esiste ancora un linguaggio comune?” ideato in stretta collaborazione da Smart Club Aps, Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza e Crédit Agricole Italia con lo scopo di fornire un concreto contributo all’educazione e formazione dei giovani. Si tratta di un ciclo di “Dialoghi sull’Educazione” condotti da cinque relatori di fama nazionale che ispireranno e accompagneranno i partecipanti in un viaggio di scoperta e confronto su valori, sentimenti, libertà, relazioni interpersonali, responsabilità e nuovi media. Gli incontri – sviluppati coinvolgendo anche direttamente alcuni istituti liceali del territorio – sono pensati per i giovani, le famiglie, gli insegnanti, gli educatori e per tutti coloro che vogliono orientarsi sul tema, tanto affascinante e attuale quanto complesso, della formazione dei giovani.

Costanza Miriano e l’educazione come lavoro artigianale

Il primo incontro – con Costanza Miriano, intitolato “L’educazione è un lavoro artigianale” – si terrà giovedì 17 gennaio alle ore 20.45 nell’aula magna di Faventia Sales, via San Giovanni Bosco 1. L’iniziativa del ciclo di Dialoghi sull’Educazione si inserisce in un quadro di attività che vede la Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza e Crédit Agricole Italia operare insieme contribuendo fattivamente per la valorizzazione di iniziative meritevoli del territorio faentino.

La via dei pianeti, progetto a cura del Gruppo Astrofili

È infatti in fase di realizzazione, sempre con il sostegno di Crédit Agricole Italia, il progetto “La via dei pianeti” a cura del Gruppo Astrofili Faentini “G.B. Lacchini”, dedicato a bambini e ragazzi con l’obiettivo di favorire l’approfondimento dell’astronomia. Il progetto prevede l’installazione in scala del sistema solare a partire dalla “Punta degli Orti” a cui faranno seguito un ricco programma di seminari, incontri didattici e momenti ludico-divulgativi rivolti alla cittadinanza, con particolare attenzione ai giovani e ai giovanissimi che forse, oltre a conoscerlo a distanza, il sistema solare potranno anche esplorarlo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.