Cristiano Cavina presenta “La parola papà” presso la Biblioteca Manfrediana il 21 gennaio

Venerdì 21 gennaio alle 18 la Biblioteca Manfrediana di Faenza ospiterà la presentazione dell’ultimo lavoro letterario di Cristiano Cavina, “La parola papà”, Bompiani Editore. Lo scrittore originario di Casola Valsenio dialogherà con il sindaco, Massimo Isola.

“La parola papà” di Cristiano Cavina

Come diventare padre senza averne avuto uno? È questa la domanda attorno al quale ruota la vicenda. Il libro è infatti un viaggio on the road tra la via Emilia e la letteratura, all’inseguimento della ‘balena bianca’ che tutti dobbiamo guardare negli occhi per diventare adulti. Il protagonista trascorre l’infanzia sognando il mondo visto dall’alto, quello dei bambini che hanno un padre che li prende sulle spalle, ma le sole risposte alle sue domande le trova tra le pagine dei libri. È così che, quando tocca a lui diventare padre, pensa di poter fare i conti con il passato scrivendo a sua volta un romanzo. Ma saranno proprio i figli, che coniano per lui l’ambiguo appellativo di “babba”, insieme ai detenuti di un carcere a spingerlo verso la soglia dove l’immaginazione osa incontrare la realtà e ciascuno si assume la responsabilità di vivere la sua storia fino in fondo. Per questo il “babba” e i suoi tre bambini si mettono in viaggio tra la via Emilia, la letteratura e la vita, alla ricerca di una parola che bisogna trovare il coraggio di pronunciare. Cristiano Cavina scrive un romanzo di famiglia mettendone al tempo stesso in discussione i fondamenti. Grazie a una lingua viva, plasmata dall’urgenza, viaggia attraverso il gioco di specchi che trasforma un figlio in un genitore. E in queste pagine tenere e spietate si interroga insieme a noi sull’onestà della scrittura, sul potere della lettura, sulle narrazioni a cui affidiamo il compito di renderci le persone che siamo.

Cristiano Cavina

Chi è Cristiano Cavina

Cristiano Cavina è nato a Casola Valsenio nel 1974. Per metà della sua vita ha fatto il pizzaiolo. Per l’altra metà ha scritto. O aiutato altri a scrivere. I suoi primi dieci romanzi sono stati pubblicati da Marcos y Marcos. Ha collaborato con Feltrinelli, Laterza e Lonely Planet.

Info e ingresso

Ingresso libero, con green pass rafforzato e mascherina Ffp2, fino ad esaurimento posti.  E’ gradita la prenotazione al
telefono: 0546 691700 o per e-mail: manfrediana@romagnafaentina.it

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.