Cna premia le 3 migliori startup della provincia di Ravenna

Dall’algoritmo in grado di trovare velocemente il bullone che stavamo cercando all’app che ci segnala il vestito di marca nel negozio più vicino, passando per la produzione ecosostenibile dello speciale aglio nero di Voghiera. Sono queste le innovazioni sviluppate dalle tre startup vincitrici del concorso “Cambiamenti” promosso dalla Cna della provincia di Ravenna. Lunedì 23 ottobre 2017 la sala Cavalcoli della Camera di Commercio di Ravenna ha ospitato la tappa ravennate del concorso nazionale “Cambiamenti”, premiando le tre migliori startup della provincia. Le imprese risultate vincitrici sono state GetCoo (Bagnacavallo), con il progetto PartFinder, un sistema che permette di identificare in modo preciso e veloce parti di ricambio, viteria e bulloneria; Nero Fermento (Ravenna), che produce lo speciale aglio nero di Voghiera grazie a tecnologie che uniscono tradizione e sostenibilità ambientale, e Smart Solutions (Ravenna), che con la sua app Dress Finder accompagna il consumatore nel negozio più vicino che vende il prodotto moda ricercato.

GetCoo: con PartFinder si trovano facilmente bulloni e viti

Sostenibilità e innovazione per l’aglio nero di Voghiera

Nero Fermento è una startup innovativa, nata dall’incontro tra agricoltura e tecnologia, due anime profondamente distinte quanto sinergiche tra loro in termini di know-how, valori ed esperienza: A.I. Agricoltori in Erba, società agricola parte del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera che da anni si occupa della produzione di Aglio di Voghiera Dop; Res, acronimo di Reliable Environmental Solutions, società cooperativa di Ravenna che opera nei campi delle energie alternative e della valorizzazione di matrici organiche tramite digestione anaerobica. Dall’unione delle loro competenze viene ricavato il Nero di Voghiera. un aglio nero fermentato prodotto da aglio di Voghiera Dop., sinonimo di qualità ma anche di eccezionale dolcezza.

Attualmente l’azienda dispone di un fermentatore – interamente concepito e sviluppato in azienda – capace di produrre 200 chili di aglio Nero di Voghiera per ogni ciclo. Il ciclo di fermentazione naturale – cioè unicamente in ambiente a temperatura e umidità controllata – ha una durata di circa 60 giorni, arco di tempo in cui la tecnologia (software e sensoristica sviluppati ad hoc) consente di avere un controllo costante e completo del processo fermentativo.

Dress Finder: il vestito a portata di negozio

L’app creata dalla startup Smart Solutions consente agli utenti di trovare il negozio giusto per trovare i vestiti alla moda o marchi specifici. In questo modo si potrà velocemente arrivare al negozio di abbigliamento per trovare calzature, profumi o accessori moda e che sono fisicamente nei pressi dell’utente.  Scaricando  Dress Finder sullo smartphone, sarà possibile inserire il brand che interessa e il tipo di prodotto che si sta cercando: un profumo, un abito, un paio di scarpe. Grazie alla geolocalizzazione, in pochi istanti la app individua il negozio giusto, ovunque sia l’utente: a casa, in vacanza o in viaggio.

Cambiamenti: 3 startup di Faenza partecipanti

I criteri di selezione della giuria – composta da Pierpaolo Burioli, presidente della Cna di Ravenna, Lorenzo Ciapetti, direttore del centro studi Antares, Antonio Penso, direttore della Fondazione Flaminia – sono stati l’originalità, la capacità di rispondere a bisogni ed esigenze di mercato, il livello di competitività, l’evidenza del vantaggio strategico, l’impatto sociale, culturale e ambientale generato. Tutte le quindici imprese iscritte al concorso parteciperanno poi al premio nazionale, in programma il prossimo 30 novembre. Le imprese partecipanti al premio sono state: Alibev, Ravenna; Biogas Europa, Faenza; DestinyBit, Ravenna; GetCoo, Bagnacavallo; Improovo, Lugo; Merli Sport, Ravenna; Micoperi Blue Growth, Ravenna; My Slim, Faenza; Nero Fermento, Ravenna; Origami Lab, Cervia; Ptg Romagna Società Agricola, Ravenna; Ravennadron, Ravenna; Smart Solutions, Ravenna; U-watch, Faenza; Windriser, S. Pancrazio.

“Startup capaci di innovare le tradizioni del territorio italiano”

«Dopo il grande successo della prima edizione del premio “Cambiamenti”, che si è svolta lo scorso anno, con 600 imprese candidate, 304 comuni coinvolti, 23 eventi territoriali e 22 finaliste, cifre destinate ad aumentare quest’anno – ha evidenziato il direttore Cna Massimo Mazzavillani -, la Cna nazionale ha deciso di rinnovare l’appuntamento con il premio anche per il 2017, un evento che sostiene le nuove imprese portatrici di pensiero innovativo che sono riuscite a realizzare il loro obiettivo di crescita pur in un periodo difficile come quello attuale. Imprese che, con un coraggio non comune, hanno saputo trasformare le tradizioni e le peculiarità del territorio italiano e della cultura economica del nostro Paese in attività imprenditoriale, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie e dell’innovazione».

 

Rispondi