Inaugurata la cantina di Fumane in Valpolicella: il Gruppo Caviro investe 20 milioni

Gerardo Cesari, la storica azienda veronese fondata nel 1936 e dal 2014 di proprietà del Gruppo Caviro, il 29 novembre ha aperto le porte della cantina di Fumane, nel cuore della Valpolicella Classica.

La cantina di Fumane in Valpolicella

Dedicata all’appassimento, alla pigiatura e alla fermentazione dell’Amarone e del Ripasso, la nuova cantina, dal design moderno e immersa nei vigneti, è stata realizzata grazie a un investimento di circa 20 milioni di euro e consentirà di raggiungere un volume produttivo di 4 milioni di bottiglie all’anno. I lavori di costruzione sono cominciati quattro anni fa. Nella prima fase è stato realizzato un fruttaio all’avanguardia, tra i più grandi della Valpolicella, dotato di
avanzate tecnologie di controllo dell’umidità che incanalano l’aria naturale della valle per massimizzare la qualità dell’appassimento delle uve. Al fruttaio sono state poi affiancate una cantina di vinificazione all’avanguardia, per
poter vinificare direttamente in loco e una cantina di stoccaggio interrata in grado di ospitare fino a cinque annate di Amarone. Completano la struttura un magazzino di imbottigliamento, due sale degustazione e un elegante negozio, progettato e arredato con gli elementi distintivi che richiamano il territorio, come gli eleganti espositori semicircolari in legno e ferro, che ricordano la splendida Arena di Verona. A tagliare il nastro il 29 novembre alle 11 è stato il Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, accompagnato dal Presidente di Alleanza
Cooperative Agroalimentari Giorgio Mercuri, dal Presidente del Consorzio Valpolicella Christian Marchesini.

Gerardo Cesari, la storica cantina veronese fondata nel 1936

La cantina nasce nel 1936 spinta dal desiderio e dall’ambizione di produrre vini in grado di competere con i grandi rossi di tutto il mondo. Fu nel 1973 che l’Amarone Classico arrivò negli Stati Uniti con la vendemmia 1971. I vini Cesari sono presenti in cinquantadue Paesi. Cesari ha oggi due cantine, a Cavaion Veronese e a Fumane, nel cuore della Valpolicella Classica. Nella cantina di Cavaion avviene l’affinamento degli Amarone, del Ripasso e della Corvina in purezza Jèma. A Cavaion Veronese prende vita il progetto “Wine Art”, che vede la cantina coinvolta insieme all’Accademia di Brera di Milano in un progetto didattico appassionante. Con la supervisione di docenti esperti, diversi studenti dei cinque Continenti dell’Accademia, giovani artisti in formazione, hanno realizzato sulle barrique dei dipinti straordinari, che descrivono il mondo del vino attraverso le loro culture. Il Progetto Wine Art si articola poi ulteriormente nella nuova cantina di Fumane, dove i dipinti, realizzati dagli studenti di Brera su bozzetto dei Maestri Marco Cingolani e Omar Galliani, ben interpretano la contemporaneità della cantina. A suggellare lo stretto rapporto con l’arte contemporanea il Premio Fotografico Internazionale Jèma, un Concorso che prende il nome da uno dei vini più rappresentativi di Cesari, il Jèma. Giunto quest’anno alla sua terza edizione, il Premio nasce da un’idea sviluppata con la Casa Editrice Aliberti e dal pensiero fondante che il vino sia una forma d’arte, forse la più antica espressione di civiltà dell’uomo sulla terra e, come tale, possa essere rappresentato. Una cantina museo, come dicono in molti, sicuramente un’azienda in continua evoluzione che non dimentica però la storia del proprio territorio e le proprie origini.

Tradizione e innovazione

“La nuova Cantina di Fumane unisce insieme la tradizione e l’innovazione. Un esempio di come si possa coniugare la sostenibilità ambientale con quella economica – ha commentato il Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio-. L’importante investimento di questa storica azienda non potrà che consolidare la sua posizione in Italia e all’estero, contribuendo a promuovere il Made in Italy di qualità in tutto il mondo. Al contempo rappresenta una nuova opportunità dal punto di vista occupazionale e dell’indotto del territorio.”  Carlo Dalmonte, Presidente Gruppo Caviro, ha aggiunto:  “La Nuova Cantina di Cesari rappresenta prima di tutto un atto di fiducia verso il futuro, il territorio e le persone. Il Gruppo ha deciso di investire per realizzare un progetto all’avanguardia perfettamente integrato nel cuore della Valpolicella che ponesse al centro la qualità dei prodotti firmati Cesari nel pieno rispetto delle risorse e dell’ambiente. Sostenibilità e valorizzazione di ciò che proviene dalla terra, ecco i grandi pilastri su cui si regge la nostra struttura.”

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne e poi in Italianistica e Scienze linguistiche all’Università di Bologna. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.