#buonsensoaigiovani – ALICE BIFFI – Lista “IO Faentino”

#buonsensoaigiovani

Intervista ad Alice Biffi – 33 anni –  Lista ” IO Faentino”

 

– Perchè si candida come consigliere comunale? Come nasce questa passione?

Sono sempre stata una persona attenta a ciò che mi circonda, profondamente attaccata alle mie radici, e innamorata della mia splendida Faenza. Un innamoramento che mi ha permesso di accorgermi negli anni, che qualcosa stava cambiando, e che ha messo in moto la mia voglia di fare qualcosa per la città che mi ha ospitata fin da quando sono nata, che è stata una casa per i miei genitori, la città per la cui libertà i miei nonni hanno lottato negli anni bui della guerra. Sono, purtroppo per esperienze vissute sulla mia pelle, da sempre sensibile al tema sicurezza, tanto da entrare a far parte del gruppo Progetto Faenza Senza Furti fin dalla sua creazione, diventandone poi portavoce, gruppo nato e creato su idea di Alessio Grillini, del quale ho deciso poi di seguire il progetto IO Faentino, riconoscendomi nelle sue idee e nei progetti portati avanti da questa Lista Civica.

– Al giorno d’oggi sembra che la parola “giovane” sia sinonimo di “buono”. A prescindere  dalla persona, si crede che la risorsa fresca non possa che fare bene all’interno di un consiglio comunale; cosa pensa al riguardo? Cosa portano di diverso i giovani in politica?

La persona giovane… io vorrei puntare maggiormente sul concetto di persona “nuova”.

Il nuovo in politica può aiutare a portare idee al passo con i tempi di un mondo in costante e velocissima evoluzione, genuinità e valori “puliti”. In una realtà politica dove spesso prevalgono i poteri forti e gli amici degli amici, i giovani possono essere un elemento “scardinante” di queste vecchie e deleterie meccaniche, ma devono riuscire ad evitare che la poca esperienza diventi un punto debole che possa ritorcersi contro loro stessi. Si tratta di prendere impegni seri e di portare avanti le proprie idee con fermezza. La nostra lista è un po’ un esempio di tutto questo: a partire da un candidato sindaco giovane ma con le idee chiare e i piedi per terra, da una schiera di candidati nuovi, composta da onesti lavoratori che si affacciano alla politica per la prima volta, e persone più formate che possono con la loro esperienza, indirizzarci e consigliarci a dare il meglio di noi.

Congratulazioni, è stata eletta come consigliere comunale! Fra 5 anni per cosa sarà ricordata? Quali saranno le sue battaglie?

Prima di tutto ringrazierei chi con il suo voto ha creduto in me e nelle idee della nostra lista. Posso dire per cosa spero e ambisco di essere ricordata: l’impegno.
Le mie battaglie saranno quelle dettate dalla voce dei cittadini, ma soprattutto quelle che permetteranno ai faentini di vivere in una città sicura, ricca di iniziative ed eventi, aperta ad un turismo culturale ed enogastronomico per il quale ci sono infinite potenzialità non sfruttate. Una città dove si possa praticare sport in ambienti sani e sicuri, che faccia crescere eccellenze.
Faenza merita tutto questo e molto di più: con i miei colleghi di lista le idee, i progetti, le battaglie sono tante in moltissimi campi, per migliorare la nostra città a 360°, frazioni comprese.

Nella foto Alice Biffi col marito, Christian Collina

Rispondi