Al via la stagione di Danza al Masini, in scena la triste storia di Giselle

Una storia d’amore più forte della leggenda: prenderanno il via venerdì 15 dicembre alle ore 21 gli appuntamenti con la nuova edizione della rassegna dedicata alla Danza proposta per la stagione 2017/2018 dal Teatro Masini di Faenza. A inaugurare il cartellone sarà il prestigioso ensemble del Balletto di Mosca La Classique con Giselle, balletto classico in due atti con musiche di Adolphe Adam e coreografie di Marius Petipa.

Giselle: una storia struggente di amore e nostalgia

Il racconto trae origine dal romanzo di Heinrich Heine De l’Allemagne che narra la leggenda delle Villi, spiriti di ragazze morte di disperazione prima di poter essere spose, che non riescono a trovare la pace nell’aldilà: di notte attraggono imprudenti viaggiatori in una danza che finisce solo con la loro morte… La storia un po’ noir genera il balletto romantico per eccellenza. Giselle è una giovane e cagionevole paesana e, a una festa campestre, il principe Albrecht travestito da contadino, la nota e inizia a corteggiarla.

Dimenticando il fidanzato Hilarion, la ragazza danza con Albrecht felice e innamorata. Presto, però, il principe è raggiunto dalla corte e dalla fidanzata e Hilarion rivela a Giselle la verità. La ragazza impazzisce di dolore e muore. Nel secondo atto le Villi catturano Albrecht, mentre piange sulla tomba di Giselle, anche lei divenuta spirito senza pace. Il loro amore si rivela più forte della leggenda: Giselle lo sostiene nella danza fino all’alba, quando le Villi devono scomparire. In questo modo salva la vita all’amato.

Biglietti: da 14 a 25 € + ddp, con sconti per over 65, under 27, possessori di abbonamenti ad altre rassegne della Stagione 2017/18 del Teatro Masini, possessori di Carta DOC e YoungER Card.
Prevendite: venerdì 15 dicembre dalle ore 10 alle ore 13 presso la Biglietteria del Teatro Masini.
Prenotazioni telefoniche tutti i giorni feriali dalle ore 10 alle ore 13 al numero 0546/21306.
Prevendita on line: www.vivaticket.it
Info: 0546/21306 e www.accademiaperduta.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.