La Caritas diocesana in aiuto della popolazione ucraina: come sostenere la solidarietà

La Caritas diocesana di Faenza-Modigliana, insieme al proprio vescovo monsignor Mario Toso, esprime la propria vicinanza al popolo ucraino attraverso concreti gesti di carità e promuovendo reti di solidarietà. In accordo con la Comunità Ucraina del territorio e con l’Amministrazione locale, che coordina le iniziative di aiuto e di accoglienza. Qui alcune indicazioni utili a chiunque voglia partecipare.

L’accoglienza dei profughi sul territorio

Chi intende mettere a disposizione risorse proprie quali, disponibilità come volontario, immobili per l’ospitalità, mezzi di trasporto, ecc. può accedere al Form on-line da compilare predisposto per il monitoraggio delle risorse sul territorio: https://forms.gle/7YNvnjqKqn1mmxjG9

Chi accoglie anche solo temporaneamente cittadini ucraini, faccia sempre riferimento in modo tempestivo all’Amministrazione locale. Entro 8 giorni dal loro arrivo occorre comunque:
1) Inviare dichiarazione di ospitalità via Pec o al Commissariato.
2) Inviare gli accolti presso la questura con Passaporto, marca da bollo da 16 euro, 4 fotografie, copia della comunicazione Ospitalità e presentare Domanda di protezione internazionale.
3) Le persona accolte potranno accedere alle cure e prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Occorre quindi verificare lo stato sanitario e vaccinale comunicando tempestivamente con l’Ausl, per eventuali tamponi e rilascio di green pass.

Invio in Ucraina di aiuti alimentari, igienico-sanitari e medicinali

I punti di raccolta sono attualmente presso:
1) Mix Markt via Oberdan 12, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 18.
2) Comunità greco-cattolica ucraina della Chiesa di San Vitale, Corso Mazzini 109, dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 20.
3) Comunità ortodossa della Chiesa di S. Savino (davanti e retro) il mercoledì e il giovedì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 17 alle 18.30 (i beni saranno inviati in Moldavia)

Raccolta Fondi per Emergenza Ucraina

E’ possibile anche contribuire economicamente con un versamento. IBAN: IT39G0854223700000000022094
Intestato a: Diocesi Faenza-Modigliana – Ufficio Caritas. Causale: EMERGENZA UCRAINA

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

One thought on “La Caritas diocesana in aiuto della popolazione ucraina: come sostenere la solidarietà

  • 9 Marzo 2022 in 9:47
    Permalink

    Vi è un errore nel Vs. articolo: la comunicazione di ospitalità va inviata via oec al Commissariato entro 48 ore dal arrivo in Italia. Lo prevede lo art. 7 del DL 286/1998 !
    Il termine di 8 giorni si applica alla presentazione in Questura della domanda di protezione internazionale

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.