Caritas di Faenza: 9 posti per il Servizio Civile. Domande entro il 26 gennaio

Il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile Universale ha emanato un Bando volontari per
la selezione di 56.205 giovani da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero. Tutte le informazioni tecniche sono disponibili sul sito del Servizio Civile: www.scelgoilserviziocivile.gov.it La Caritas diocesana di Faenza-Modigliana è presente nel bando con 3 progetti per un totale di 9 posti.

Durata e rimborso dei progetti

Tutti i progetti proposti dalla Caritas diocesana hanno una durata di 12 mesi. Prevedono un impegno di 25 ore alla settimana oppure di 1.145 ore nel corso dell’anno, su 5 giorni alla settimana ed è previsto un rimborso spese di 444,30 euro al mese. I progetti prevedono anche un percorso di tutoraggio negli ultimi tre mesi di servizio, con l’obiettivo di accompagnare i giovani nell’elaborazione dell’esperienza e nella valutazione delle competenze sviluppate, per incrementarne la spendibilità nel mondo del lavoro. L’avvio in servizio dei giovani selezionati avverrà in primavera 2022. I progetti sono consultabili sul sito: www.caritasfaenza.it.

I progetti della Caritas di Faenza

Centro di accoglienza femminile

“Le nostre ospiti – Faenza”: 2 posti presso il Centro di Accoglienza femminile in centro a Faenza e 2 posti presso la struttura dell’A.M.I. a Fognano (Brisighella) per dare assistenza a donne in difficoltà, sole o con minori. Le volontarie in servizio civile sono coinvolte nell’accoglienza di donne sole oppure nuclei monogenitoriali in situazione disagio. Queste persone sono accolte in struttura, ma anche accompagnate in progetti personalizzati volti alla loro autonomia. È importante quindi supportare le donne in percorsi sanitari, giuridici, di orientamento ai servizi, di formazione, ma anche in attività quotidiane con il figlio e di socializzazione. Viene così rafforzata la loro rete relazionale e accompagnata la crescita e l’educazione dei minori. Si accettano candidature di sole volontarie di genere femminile.

Educazione alla Mondialità

Connessi con gli altri – Faenza e Ravenna”: 2 posti presso l’Ufficio Educazione alla Mondialità per realizzare azioni di animazione culturale verso i giovani Destinatari del progetto sono adolescenti e ragazzi che vengono incontrati nelle scuole, nelle parrocchie o in momenti aggregativi più informali. I volontari in servizio civile sono coinvolti nella realizzazione di percorsi e laboratori formativi, per la promozione di comportamenti volti alla tutela e al benessere di sè e degli altri, nelle relazioni online come offline. Inoltre, collaborano nell’organizzare momenti di socializzazione per i giovani e di sperimentazione di un impegno civico, al fine di promuovere la partecipazione alla vita sociale della comunità.

 

Centro d’Ascolto

“Presente nella distanza – Ravenna e Faenza”: 3 posti per dare assistenza ad adulti in condizione di
disagio presso il Centro di Ascolto diocesano, in via d’Azzo Ubaldini a Faenza. Un posto è destinato a
un/a giovane con bassa scolarizzazione. I volontari in servizio civile sono coinvolti nell’operato del Centro di ascolto diocesano della Caritas di Faenza, a cui si rivolgono individui e famiglie che versano in condizione di povertà ed emarginazione. Fondamentali sono i servizi di ascolto e prima accoglienza (come la distribuzione di beni alimentari e di vestiario, la mensa, il servizio docce). Si intende anche potenziare le azioni di orientamento e accompagnamento degli utenti, affinchè, attraverso il rafforzamento delle reti relazionali ed il monitoraggio del percorso, possano acquisire maggiore autonomia ed inclusione sociale. Per informazioni sugli altri progetti proposti sul territorio provinciale, si può consultare il sito del Coordinamento provinciale degli enti di servizio civile: www.coprescravenna.it .

Come presentare domanda

La scadenza per le domande da parte dei giovani è prevista per il 26 gennaio 2022 alle 14. In caso di errata compilazione, è consentito annullare la propria domanda e presentarne una nuova fino alle 14 del giorno 25 gennaio 2022. Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL): https://domandaonline.serviziocivile.it . Le domande trasmesse
con modalità diverse da quella indicata non saranno prese in considerazione. I cittadini italiani possono accedere ai servizi sulla piattaforma DOL esclusivamente con credenziali SPID di livello di sicurezza 2. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), quali servizi offre e come si richiede. I cittadini di altri Paesi dell’Unione Europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, se non avessero la disponibilità di acquisire lo SPID, potranno accedere ai servizi della piattaforma DOL attraverso apposite credenziali da richiedere al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede. Prima di fare domanda è consigliato informarsi sulle caratteristiche dei progetti. Per meglio orientarsi nella scelta del progetto è opportuno contattare gli enti di servizio civile sui territori e chiedere direttamente informazioni ai referenti dei progetti.

Principali requisiti

Per conoscere i requisiti necessari per poter partecipare alla selezione si rimanda a una lettura attenta e completa del bando, ma i principali sono:

  • a) aver la cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un
    Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • c) non avere intrattenuto con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure non aver avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando (sono ricompresi anche gli stage retribuiti);

Per altre informazioni

Per ricevere informazioni sui progetti della Caritas diocesana di Faenza-Modigliana si può contattare Erica Squarotti: 333-3535575, e-mail: serviziocivile@caritasfaenza.it . E per scegliere consapevolmente per quale progetto e sede presentare domanda, i giovani possono anche concordare una visita presso le sedi.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.