A novembre il cinema di Jeanne Moreau rivive al Sarti

Jeanne Moreau ci ha lasciati a luglio di quest’anno. L’icona del cinema francese, attrice e regista, si dichiarava una sopravvissuta “alla bellezza, che prima di tramontare ci regala l’acre profumo dell’intelligenza”. A partire da oggi 9 novembre 2017 il Cineclub Il Raggio Verde, in collaborazione con il Cinema Sarti, le rende onore con la rassegna “Le Tourbillon de la Vie – Il cinema di Jeanne Moreau”. Il titolo della rassegna è preso in prestito dalla canzone intonata dalla stessa Moreau nel film Jules et Jim di François Truffaut: un omaggio reso ad un’attrice protagonista di pellicole immortali, punto di riferimento per il cinema francese e non solo.

Jeanne Moreau: si parte il 9 novembre con “Gli Amanti” e giovedì 16 con il “Diario di una cameriera”

Sono quattro gli appuntamenti che il Cineclub faentino, fondato nel 1982, ha programmato lungo tutto il mese di novembre: si parte giovedì 9, con Gli amanti di Louis Malle. Il film, del 1958, vede Jeanne Moreau nei panni della signora Tournier alle prese con una crisi coniugale. La vicenda prenderà le sembianze di un insolito ménage à quatre cui prendono parte, oltre a Jeanne e al marito Bernard, un giocatore di polo e un archeologo. Il secondo appuntamento è fissato per giovedì 16 novembre, quando sarà il turno di Diario di una cameriera, di Luis Bunuel. Jeanne Moreau è Celestine, cameriera assunta dalla famiglia Monteil: la vedremo misurarsi con un ambiente grottesco dove regnano ambiguità morale, violenza e pulsioni segrete, elementi costanti nella poetica dell’autore de Il fascino discreto della borghesia. L’interpretazione valse alla Moreau il premio per la migliore attrice al Festival Internazionale di Karlovy Vary.

Il 23 novembre sarà il turno del capolavoro “La sposa in nero”. Chiude la rassegna “Viva Maria!”

A seguire sarà proiettato La sposa in nero di François Truffaut (1968), film in programma per giovedì 23 novembre: capolavoro che vanta schiere di ammiratori, a cominciare da Quentin Tarantino, l’opera del regista francese mette in scena la vendetta della camaleontica e fatale Julie Kohler, personaggio alla Hitchcock che trova in Jeanne Moreau il corpo e il volto dell’ossessione omicida. La rassegna volgerà al termine giovedì 30 novembre con il film del 1965 Viva Maria! di Louis Malle: tra ideali socialisti di inizio ‘900 e spogliarelli da circo, la Moreau è affiancata da un’altra icona del cinema francese, Brigitte Bardot. Insieme si muovono tra gli emarginati del Messico, sobillando rivoluzioni e combattendo il dittatore di San Miguel.

Info:

Tutte le proiezioni si svolgeranno alle ore 21.15 presso il Cinema Sarti, via Scaletta 10 (0546 21358) Ingresso Intero: 5 euro Ingresso Ridotto: 4,50 euro (Web, Tessera CCRV, Soci La BCC ravennate forlivese e imolese)

Rispondi