Stefano Caroli nuovo ds della 100 Km del Passatore, al momento 300 iscritti

La ultra-maratona “più bella del mondo”  che collega Firenze a Faenza ha una nuova guida. Il nuovo direttore sportivo dell’associazione sportiva “100 Km del Passatore” è Stefano Caroli. Questo il verdetto scaturito dalla riunione tenuta dal comitato di direzione il 15 dicembre 2016 scorso per discutere l’assegnazione degli incarichi sociali futuri dell’associazione, formata da venti atleti e oltre dieci collaboratori. Sergio Scipi é stato eletto vice direttore, mentre Lorenzo Leoncavallo è stato nominato segretario economo. Marco Piazza e Tatiana Khitrova (storica segretaria della Firenze-Faenza) ricopriranno il ruolo di consiglieri. «Tutta l’associazione della 100 Km del Passatore – recita una nota – si stringe per formulare i più sinceri auguri di buon lavoro al signor Caroli ed al nuovo Comitato di Direzione eletto nell’assemblea del 15 dicembre 2016». In linea con i dati del 2016, gli iscritti alla 100 Km del Passatore 2017 sono al momento oltre 300, di cui dieci faentini ed una trentina di romagnoli.

A metà gennaio il vincitore del Manifesto 2018

Attualmente sono circa trenta i Manifesti giunti all’associazione. I lavori saranno esposti come di consueto presso il centro Commerciale faentino Le Maioliche, presumibilmente a partire da sabato 24 dicembre, e saranno previsti inoltre allestimenti nelle vetrine dei negozi del centro che hanno aderito all’iniziativa in collaborazione con l’Associazione Faenza Centro a partire da giovedì 22 dicembre.

Sarà possibile votare i manifesti preferiti tramite il social network Facebook @100kmpassatore e i negozi aderenti all’iniziativa. Entro metà gennaio si riunirà la giuria (formata da due membri dell’associazione 100 Km del Passatore, tre membri dell’Istituto Persolino Strocchi di Faenza ed un esperto) per decretare il vincitore del concorso. E’ possibile effettuare le iscrizioni per l’edizione 2017 della 100 Km del Passatore tramite la sede dell’Asd del Passatore a Faenza o sul sito ufficiale della competizione.

Rispondi