Al via la web radio della Romagna Faentina: a marzo darà voce ai giovani

Una web radio per dare voce ai giovani dell’Unione della Romagna Faentina. Prenderà il via a marzo 2017 la web radio sviluppata nel corso del progetto di partecipazione giovanile L’Unione fa la forza. Al centro la musica ma non solo: interviste, appuntamenti culturali, dialoghi. La web radio, che riprende il progetto di “Radio planet on air” (una web radio faentina nata nel 2013, ndr), è stata sviluppata all’interno dell’associazione Salesiani 2.0, sarà un punto di riferimento per le associazioni musicali (ma non solo) dei sei comuni della Romagna Faentina. Sono stati 18mila euro i fondi messi a disposizione da Anci per sostenere il progetto. «Questa web radio – spiega il sindaco di Solarolo (con delega alle Politiche Giovanili nell’Unione) Fabio Anconelli – ha come obiettivo quello di fare sentire le voci dei giovani sul territorio attraverso uno strumento comodo da utilizzare e che può promuovere le diverse realtà. Abbiamo giovani che si sono organizzati per promuovere le loro passioni: è importante mettere queste diverse realtà a sistema raccogliendo collaborazioni che già esistono creando voce corale».

La web radio coinvolgerà i 6 comuni dell’Unione

Dare strumenti ai giovani per esprimersi. Il finanziamento dell’Anci coprirà l’acquisto per il materiale, le licenze e le spese di coordinamento. Un progetto che – proseguendo la linea tracciata da l’Unione fa la forza – vuole coinvolgere tutte le realtà della Romagna Faentina, creando legami e dando voce a nuove idee. «Sarebbe stato comodo focalizzarci solo sulla realtà più grande, ossia Faenza – spiega Fabio Anconelli – ma abbiamo deciso fosse importante portare questa web radio su tutti i territori dell’Unione».

Web radio dell’Unione: musica, ma non solo

A curare la programmazione streaming e braodcasting della web radio saranno Tommaso Cappelli e Luca Bombonati: hanno già preso il via alcune collaborazioni come quella con Accademia Perduta/Romagna Teatri e che prevedono le interviste agli ospiti della stagione del Teatro Masini. La web radio promuoverà le band locali e gli appuntamenti musicali promossi dalle associazioni del territorio, come per esempio i Musicattivi di Solarolo e Onda Sonora di Brisighella. «Al momento non abbiamo ancora un palinsesto preciso – afferma Tommaso Cappelli – ma da marzo saremo attivi sia live che on demand». Nel frattempo la radio ha già una propria pagina Facebook mentre tra due settimane sarà attivo il sito.

Musicattivi e Onda Sonora: alcune realtà musicali coinvolte

Il Solarock negli ultimi anni è diventato un appuntamento fisso per gli amanti della musica: a promuoverlo l’associazione Musicattivi. «Questo progetto – spiega Enrico Anconelli dei Musicattivi – è per noi un’occasione per promuovere la nostra musica, specialmente rock e metal. Ha inoltre come obiettivo la promozione della vita comunitaria, creando possibilità di aggregazione e far conoscere la nostra attività». «Attraverso questa web radio – aggiunge Nicola Cattani – ci piacerebbe trasmettere in diretta concerti o eventi, come quelli che si svolgono a Solarolo nell’ex oratorio comunale».

Da Solarolo a Brisighella. L’associazione Onda Sonora è stata fondata nel 1998. «Noi disponiamo di alcune stanze sotto le scuole elementari di Brisighella – afferma Simone Cattani di Onda Sonora – che utilizziamo come sale prove. Inoltre ci occupiano di organizzazione di eventi, come per esempio le feste medievali. Siamo interessanti a questo progetto: possiamo mettere a disposizione la sala prova per le dirette live o per l’organizzare di eventi».

Anche le altre realtà dell’Unione stanno cominciando a sviluppare associazioni simili: a Castel Bolognese si sta consolidando il Castello Music Fest, mentre anche a Casola sta per partire un’associazione giovanile legata alla musica.

Rispondi