Scendono in campo i Verdi a sostegno di Massimo Isola, ecco i candidati

Attenzione all’ambiente e alla mobilità, riqualificare l’esistente anziché consumare nuovo suolo, puntare sulla raccolta differenziata per affrontare concretamente i cambiamenti climatici a livello locale. Torna in campo anche a Faenza, dopo l’esperienza delle Regionali, la lista dei Verdi che sarà a fianco della candidatura di Massimo Isola per il centrosinistra alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre 2020. «Come forza politica – affermano i Verdi – sosteniamo anche a livello locale tutto ciò che converge verso l’ampio tema della salvaguardia dei diritti e della giustizia sociale: temi che fanno della filosofia e della politica dei Verdi fin dalla loro nascita. Per le amministrative 2020 a Faenza voreremmo soffermarci su alcuni punti importanti che riguardano la qualità dell’ambiente in cui viviamo e quindi della città».

Sono cinque i punti su cui si basa il programma dei Verdi: la conoscenza e valorizzazione di realtà innovative (come il tecnopolo o le realtà universitarie); la salvaguardia dell’ambiente con manutenzione del territorio; l’accoglienza e il rispetto dei diritti e dei servizi al cittadini; la mobilità con il miglioramento delle piste ciclabili esistenti e il rispetto delle prescrizioni del Pair; la gestione e riciclaggio dei rifiuti con la promozione di una Faenza ‘plastic free’.

I componenti della lista dei Verdi

La lista è composta da Maria Concetta Cossa, Enrico Cirelli, Graziella Bacchilega, Vincenzo (Enzo) Bagnaresi, Giulia Scarpelli, Alessandro Gallegati, Sofia Banzola, Giovanni Delvecchio, Rosangela Poggiolini, Tommaso Mengozzi, Maria Pia Galletti, Francesco Banzola, Dino Tartagni, Mirko Benericetti, Roberto Pirazzini, Gian Luca Baldrati.

Maria Concetta Cossa: “Daremo una mano a Isola in questo percorso”

Da più di dieci anni i Verdi non partecipavano alle elezioni amministrative, e con loro scende nuovamente in campo l’architetto Maria Concetta Cossa, prima assessore ‘Verde’ in un Comune d’Italia, alla guida della lista civica. «In passato sono sempre stata impegnata nei Verdi e ho avuto successivamente anche tre anni di partecipazione nel Pd – afferma Cossa – conosco Massimo Isola da prima che diventasse vice sindaco e cercherò di dargli una mano in questo cammino. Il mio ritorno ai Verdi è avvenuto l’anno scorso dopo una richiesta da parte di alcuni amici: l’attivismo civico per me è sempre stato come “un virus buono” e ho sentito nuovamente il bisogno di darmi da fare per la mia città, una necessità morale che voglio portare avanti con umiltà anche in questa occasione».

Massimo Isola: “I Verdi propongono azioni concrete e una visione che non può più essere ignorata”

Soddisfatto per le proposte indicate dai Verdi il candidato sindaco Massimo Isola. «La presenza dei Verdi sarà una bella realtà in questa campagna elettorale – afferma Isola – la loro partecipazione rende più europea la nostra campagna elettorale. I loro temi sono di grandi respiro su cui dobbiamo ragionare seriamente. I Verdi sono riusciti ad avvicinare al dibattito amministrativo persone che ormai non frequentavano più la politica». «La questione ambientale deve essere trasversale per tutti – prosegue Isola – e i Verdi dovranno cercare di sensibilizzare la cittadinanza su questo tema che impone scelte di lungo periodo e che non siano ancorate solo a polemiche legate a qualche parcheggio da inserire o eliminare. Allo stesso tempo i Verdi devono puntare molto sulle azioni concrete da mettere in campo per la città, come sul tema della mobilità, dal bike sharing al collegamento tra le varie piste ciclabili della città. Fondamentale è anche il tema dei rifiuti con l’obiettivo della raccolta differenziata all’80% entro il 2021, l’energia rinnovabile, la diminuzione del consumo del suolo».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.