Val di Lamone 1: posta la targa all’ingresso della sede

Una targa capace di unire centinaia di persone sotto i colori di un fazzolettone scout. Sabato 22 aprile, alla presenza del sindaco di Brisighella Davide Missiroli, è stata rivelata la targa che sancisce la nascita ufficiale del gruppo scout Val di Lamone 1, realtà che si occupa dell’educazione di una sessantina di ragazzi provenienti da tutta la vallata. La targa in ceramica è stata posta all’ingresso delle sedi del gruppo in via Fossa 10 ed è stata rivelata da uno dei fondatori del gruppo, Elvio Minghetti, che nel 1999 portò lo scautismo a Brisighella. L’inaugurazione è stata l’occasione per una grande festa che ha unito ragazzi, genitori, autorità, vecchi e nuovi capi fortemente convinti nei valori dello scautismo.

La storia del gruppo scout Val di Lamone 1 nasce nel 1999

I colori del fazzolettone del Val di Lamone 1 – il blu del Lamone, il verde della vallata e il bianco della purezza – hanno preso vita negli ultimi mesi, ma la loro storia viene da molto lontano. Lo scoutismo è arrivato a Brisighella nel 1999 quando i capi scout del gruppo Faenza 3 Elvio Minghetti e Marta Moschini, su proposta dell’allora parroco di Brisighella don Giuseppe Piancastelli e del parroco di Fognano don Paolo Bagnoli, hanno deciso di cimentarsi in una delle loro “route” più difficili: portare la realtà scout nella val di Lamone. Assieme a un’altra capo scout di Faenza, Valentina Amadei, si sono così armati di pantaloncini corti e camicia azzurra iniziando le prime ricognizioni, le prime riunioni con i genitori, le prime attività nella “tana”, come è chiamata la sede dei lupetti, nei pressi della parrocchia di San Michele Arcangelo. Nel corso di questi anni gli scout di Brisighella si sono appoggiati alla disponibilità al servizio in vallata dei capi del Faenza 3 (gruppo che attualmente ha sede a San Marco) e di fra Franco Acanfora, per lungo tempo assistente ecclesiastico del gruppo.

Lo scoutismo nella val di Lamone

Oggi l’intuizione dei “padri fondatori” del Val di Lamone 1 è cresciuta, e questi sono i numeri: del gruppo fanno parte circa sessanta ragazzi della vallata, da Brisighella fino a S. Martino in Gattara, che variano dagli 8 ai 20 anni. Numeri che, nonostante la sempre maggior difficoltà di conciliare questo tipo di servizio col lavoro e altri impegni, hanno fatto decidere ai dieci capi scout del gruppo che era arrivato il momento giusto di fare il grande passo diventando un gruppo autonomo nell’estate 2016. Una scelta coraggiosa: ma da questo passo potrà nascere una grande impronta.

Foto di copertina: Marco Lolli Ceroni

Foto targa: Susanna Rondinini

Rispondi