Cineclub Il Raggio verde: “Preoccupati sul futuro dell’Arena Borghesi”

Per il direttivo dell’associazione “Il Raggio verde“, il progetto presentato dall’amministrazione comunale in merito alla riqualifica dell’Arena Borghesi «baratta la ristrutturazione del complesso, riducendo l’area pubblica, eliminando uno spazio di verde urbano, andando a salvare il corpo dell’Arena Borghesi, ma non la sua anima».Il cineclub Il Raggio verde in data 3 maggio 2017 ha partecipato a un incontro con il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, e col vicesindaco con delega alla cultura, Massimo Isola. Un incontro avvenuto il giorno dopo la conferenza stampa dell’amministrazione in cui sono state presentate le prospettive future dell’area di viale Stradone.

Il Raggio verde: “Si salva il corpo di Arena Borghesi, non l’anima”

Confermata la stagione cinematografica dell’Arena Borghesi 2017, il direttivo del Raggio verde elenca in una sua nota stampa alcune perplessità sul futuro degli spazi, in quanto «apre un nuovo scenario, con molte ipotesi, ma nel quale l’amministrazione pare voglia ridimensionare il ruolo dell’associazionismo culturale, dopo oltre 30 anni di proficua gestione» e inoltre «non modifica l’impostazione di fondo del progetto presentato sei anni fa (“triangolo verde” ceduto a Conad, mantenimento del cinema in mano pubblica) con un rafforzamento del ruolo del privato (gestore ex-officina) su di uno spazio pubblico (arena estiva)».

In conclusione Il cineclub il raggio verde si dichiara «preoccupato del futuro dell’Arena Borghesi, e dovrebbero esserlo anche tutti quei cittadini che sei anni fa, hanno chiesto all’amministazione comunale di ripensare i propri piani su quello spazio».

Rispondi