Torna il Trofeo Salesiani in 4 appuntamenti: la sesta edizione al via il 6 maggio

Con l’arrivo di maggio torna anche quest’anno il Trofeo Salesiani, il torneo di calcio organizzato dall’associazione Salesiani 2.0 nella cornice suggestiva dello storico campo del complesso degli ex Salesiani di Faenza. Il torneo, giunto alla sesta edizione, è diventato negli anni un rilevante momento di vita sociale: a margine dell’evento musica e tifosi accompagnano le squadre coinvolte nel torneo. Centro storico di aggregazione, il campetto degli ex Salesiani tornerà a rivivere per il sesto anno consecutivo riempiendosi, come ai tempi dell’Orsa, di ragazzi e ragazze, giocatori e curiosi.

Trofeo dei Salesiani: più di 100 iscritti in 15 squadre per un trofeo più lungo e avvincente

Passano gli anni e cambiano le regole, ma non si esaurisce l’entusiasmo. Quest’anno il trofeo fa incetta di iscritti con più di 100 iscritti e 15 squadre partecipanti – in netta crescita rispetto alle dieci dell’anno scorso e le dodici della quarta edizione – divise in 5 gironi da 3 squadre ciascuno. Il torneo, patrocinato dal Comune di Faenza, si svolgerà in quattro appuntamenti di fascia pomeridiana: a partire dalle 15:30 il 6-7 e il 13-14 maggio si svolgono le fasi a gironi, il 21 maggio i quarti di finale, mentre il 27 maggio il torneo si conclude con semifinali e finali. Da quest’anno il trofeo ha scelto di aprire le iscrizioni ai soli maggiorenni, ciò per venire incontro agli avventori che sono invecchiati, come le edizioni del trofeo, di anno in anno. Non solo calcio però agli ex Salesiani. Grazie anche alla collaborazione di Mens Sana e Radio Planet On Air, ad accompagnare il pubblico nel post partita è in programma il concerto dei Borean Leather il 13 maggio e un dj set che aprirà le danze dopo i festeggiamenti della squadra vincitrice della finalissima il 27 maggio.

Mattia Raffoni: “Abbiamo voluto rendere il torneo più competitivo aumentando il livello”

«Quest’anno è cambiato il regolamento, quindi solo i maggiorenni potranno prendere parte al Torneo Salesiani – spiega Mattia Raffoni, uno degli organizzatori – Abbiamo preso questa decisione perché l’età degli organizzatori è cresciuta e si è anche alzata la quota di iscrizione. Così possiamo venire incontro anche a chi non è più giovincello ma a cui piace ancora giocare e prima magari non poteva perché era troppo vecchio. Ci aspettiamo l’affluenza di molte più persone che potranno apprezzare più squadre rispetto agli altri anni. A parte il punto di vista calcistico, questa è anche un’occasione per passare un momento insieme a maggio, quando ancora nessuno scappa via per le vacanze. Ci aspettiamo anche più visibilità dato che giochiamo quattro weekend. Quest’anno vogliamo aumentare le persone, rilanciare quindi il torneo, e renderlo più competitivo aumentando il livello, con squadre formate da giocatori più grandi e con più esperienza».

Rispondi