Trio Italiano e Roger & Co.: a Faenza arriva il concerto del Primo Maggio

Anche Faenza avrà il suo 1° maggio in musica, come è ormai tradizione in molte città italiane. Per l’occasione, suoneranno per la prima volta insieme due istituzioni della scena musicale faentina: il Trio Italiano e Roger & Co. L’appuntamento è per lunedì 1° maggio in piazzetta della Legna, a fianco della Piazza del Popolo di Faenza, a partire dalle ore 20.

Un tuffo negli anni Sessanta fino ad oggi

La prima edizione del Primo Maggio in Musica Made in Faenza, organizzato dalla Casa della Musica, sarà lo scenario di uno memorabile incontro tra due gruppi faentini che hanno fatto la storia musicale e dell’intrattenimento di Faenza e della Romagna: 25 gli anni di attività per il Trio Italiano e i quasi 18 anni di Roger & Co. Tre ore di musica in cui Roger, Beppe e Mario insieme a Gaetano, Raffaele e Paolo riproporranno i grandi successi musicali dagli anni Sessanta ad oggi, con inediti duetti e ospiti a sorpresa. L’evento è supportato della Gelateria Bassi e del Bistrot Rossini, insieme alla Coop Facchini e al Ristorante Monte Brullo ed è patrocinato dal Comune di Faenza. Un tuffo nel passato musicale, che si potrà assistere anche da seduti prenotando i posti, contattando i Bar Rossini e Bassi. L’ingresso è gratuito.

«Siamo felici di questo appuntamento, in tanti ci chiedevano di suonare assieme – affermano i musicisti – quando Giordano Sangiorgi del Mei ci ha fatto questa proposta l’abbiamo subito accolta positivamente».

Chi sono Il Trio Italiano e Roger & Co.

Il Trio Italiano è il più longevo gruppo musicale faentino formato da Paolo Giovannini alle chitarre e voce, Gaetano Barbarito alla voce e Raffaele Montanari al basso e chitarra. ll gruppo vanta un vasto repertorio di musica anni Sessanta, Settanta e Ottanta e boogie woogie.

Roger & Co. nasce nel 2000 con il frontman e cantante Ruggero Troncossi. Il bassista è Mario Benedetti, già musicista dell’orchestra “Castellina Pasi”, mentre il chitarrista è Giuseppe Montanari. Il loro repertorio è rigorosamente anni Sessanta e Settanta.

Rispondi