Originali e competitive: a Ravenna premiate le 3 migliori startup provinciali

Scoprire con una semplice foto tutti i segreti di un monumento storico, possibilità di fare acquisti saltando la cassa, servizi web per migliorare la qualità di vita degli utenti. Sono queste alcune delle idee innovative premiate, lunedì 26 settembre 2016 a Ravenna, nell’ambito del concorso nazionale CambiaMenti, iniziativa promossa dalla Cna nazionale. La tappa ravennate del premio ha decretato le migliori tre startup della provincia su diciassette iscritte al concorso.

In ordine alfabetico le tre imprese vincenti sono state Fullover, una startup innovativa con un progetto denominato “Saltacassa” che si basa sull’esigenza diffusa di potere fare acquisti in mobilità con tutti i benefit che questa modalità offre. GetCOO (nella foto, ndr) invece ha sviluppato un’app multipiattaforma dedicata ai turisti digitali dove grazie al sistema di riconoscimento fotografico, sono i luoghi, i monumenti e le opere d’arte a raccontare la loro storia. Studiomapp nata per creare strumenti innovativi volti a migliorare la qualità della vita e promuovere l’economia tramite la tecnologia, con il servizio web Qirate.

Originalità, competitività, impatto sociale: ecco i criteri di selezione

I criteri di selezione della giuria – composta da Pierpaolo Burioli, presidente provinciale della Cna di Ravenna, Lorenzo Ciapetti, direttore del centro studi Antares, Antonio Penso, direttore della Fondazione Flaminia – sono stati l’originalità, la capacità di rispondere a bisogni ed esigenze di mercato, il livello di competitività, l’evidenza del vantaggio strategico, l’impatto sociale, culturale e ambientale generato. “Quest’anno – ha evidenziato Massimo Mazzavillani, direttore provinciale della Cna, nella sua relazione introduttiva – per la ricorrenza del 70° dalla propria costituzione, la Cna nazionale ha organizzato il premio alle nuove imprese portatrici di pensiero innovativo, grazie al quale sono riuscite a realizzare il loro obiettivo di crescita pur in un periodo difficile come quello attuale. Imprese che, con un coraggio non comune, hanno saputo trasformare le tradizioni e le peculiarità del territorio italiano e della cultura economica del nostro Paese in attività d’impresa, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie e dell’innovazione”.

Tra le startup iscritte 4 faentine

Tutte le diciassette imprese iscritte al concorso (quattro delle quali faentine) parteciperanno poi al premio nazionale, in programma per il prossimo novembre. Di seguito, in ordine alfabetico, le imprese che si sono candidate al premio: Altrimenti, Ravenna; APS, Faenza; Argo, Faenza; Biogas Europa, Faenza; Botteghina progetti sartoriali, Ravenna; Cryptolab, Imola; Fruges Color, Massa Lombarda; Fullover, Conselice; Gatto Rosso, Bagnacavallo; GetCoo, Villanova di Bagnacavallo; Il sogno di Gugù, Ravenna; La Reverie, Ravenna; La Susheria, Ravenna; MBCRAFT, Bagnacavallo; Ravennadron, Ravenna; Smart Domotics, Faenza; Studiomapp, Ravenna.

“La Cna di Ravenna – ha proseguito Mazzavillani – ha voluto affiancare al premio di valenza nazionale un evento a carattere provinciale che vede protagoniste le start up territoriali. E questa giornata dedicata al premio CambiaMenti rappresenta un momento per valorizzare le neo imprese innovative e creare opportunità di visibilità, relazione e business con altre imprese consolidate del mondo Cna che, ogni giorno, è partner delle aziende nel creare relazioni e opportunità che coniughino la propensione all’innovazione con la capacità di mantenere uno sviluppo competitivo crescente negli anni”.

 

Rispondi