Slotmob e Solo se puoi: due iniziative per affrontare le ludopatie

Il buon gioco può avere la meglio sugli effetti negativi del gioco d’azzardo. E’ stato presentato ieri il progetto Slotmob, promosso dall’Unione dei Comuni della Romagna Faentina e dalla Regione Emilia Romagna; un insieme di iniziative volte a contrastare la ludopatia, il gioco d’azzardo e promuovere il “buon gioco” e la deslottizzazione, ossia la rimozione progressiva delle macchine da locali ed esercizi pubblici.

10 eventi previsti da Slotmob, per prevenire e affrontare le ludopatie

Tali iniziative sono fondamentalmente volte a far prendere coscienza ai giocatori e ai potenziali tali della distinzione tra semplice gioco e gioco d’azzardo patologico (e dei rischi che questa mancata distinzione comporta); a tal proposito sono stati organizzati in tutto dieci eventi, dai più informativi a quelli spiccatamente “ludici”.

Il primo evento è previsto per il 29 aprile alle 16.30 presso il cafè “Solito Posto”, locale a cui verrà consegnato l’attestato “Slot Free”; successivamente da qui partirà un corteo che giungerà in Piazza del Popolo dove interverrà Carlo Cefaloni – del coordinamento nazionale Slotmob -, un torneo di Baskin (basket pensato per normodotati e disabili nella stessa squadra) e animazione a cura dei Volontari del Sorriso.

Oltre a Slotmob presentato Solo se puoi: lo sportello contro l’usura aprirà anche a Faenza

Parallelamente a Slotmob è prevista per il 9 maggio prossimo -sempre promosso dalla Regione- la tappa faentina del tour Solo Se Puoi, volta a sensibilizzare l’utenza a un uso responsabile e consapevole del denaro; focalizzata quest’anno sul gioco d’azzardo e sulla ludopatia, la campagna Solo Se Puoi prevede -in occasione del suo arrivo a Faenza- la presentazione di un nuovo sportello di ascolto per persone sovraindebitate e a rischio usura. Si parlerà quindi dei rischi che comportano principalmente usura e gioco d’azzardo.

Annalaura Matatia

Rispondi