Crollo alla Pezzani di Solarolo, spostamento classi e interrogazione in Regione

Il 23 agosto scorso, durante dei lavori di adeguamento antisismico, una parte di un controsoffitto delle scuole elementari Pezzani di Solarolo è crollato. Il tutto probabilmente legato al cantiere aperto nelle scuole, con un sovraccarico al controsoffitto che ha provocato il crollo dei calcinacci all’interno della scuola, come riporta l’edizione del 3 settembre del Resto del Carlino. Impossibile per tutte le classi iniziare l’anno scolastico – al via lunedì 16 settembre – nell’edificio, così l’amministrazione sta valutando diverse opzioni per gli alunni. «Grazie al cielo il crollo dei calcinacci è avvenuto nel periodo estivo, con la scuola chiusa e gli studenti ancora in vacanza, l’importante è che nessuno si sia fatto male, ora però spero che vengano effettuate nuove verifiche sulla struttura»: con queste parole spiega il perché dell’interrogazione da lui depositata in Regione il consigliere regionale della Lega Andrea Liverani. «So che l’Amministrazione comunale di Solarolo si è subito attivata, ma credo che un interessamento da parte della Regione sia necessario».

Alcune classi spostate alla scuola media Ungaretti

Prosegue il leghista: «Il crollo comporterà un prolungamento dei lavori, e quindi sarà impossibile alle classi nella data di inizio dell’anno scolastico. Dovranno trovarsi luoghi alternativi per gli alunni e sperare che il cantiere non si protragga per troppo tempo». Il sindaco di Solarolo, Stefano Briccolani, ha annunciato che alcune classi – sei o forse sette . delle elementari saranno dislocate nelle scuole medie Ungaretti, mentre per le altre si valutano soluzioni alternative come altre sedi sicure all’interno del Pezzani.

Il consigliere Liverani: presentata un’interrogazione per chiedere l’aiuto della Regione

«Purtroppo lo stato degli edifici scolastici su tutto il territorio provinciale è preoccupante – prosegue Liveani – nonostante i tanti interventi le scuole ormai vecchie hanno gravi carenze strutturali, e a Solarolo ci è andata bene che la scuola fosse chiusa per il periodo estivo». Conclude il consigliere Liverani: «Ho chiesto alla Regione se si attiverà per ulteriori verifiche strutturali, e se è disponibile ad aiutare economicamente il comune di Solarolo di fronte a questo imprevisto. Monitoreremo la situazione per verificare che le strutture siano solide, non abbiano carenze, e che sia ripristinato il precedente servizio nel più breve tempo possibile».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.