Mauro Collini e Tommaso Rondinini conquistano il bronzo mondiale di kata in Corea del Sud

Arriva un nuovo successo e un nuovo podio mondiale per la coppia Mauro Collini e Tommaso Rondinini del Judo Brisighella, conquistato al Campionato del Mondo di Kata a Chunju, in Corea del Sud 2019 nella giornata del 4 settembre. I due atleti italiani hanno infatti ottenuto il bronzo mondiale nel torneo, in un’edizione prestigiosa; proprio quest’anno il mondiale di kata è entrato a far parte del prestigioso Word Martial Art, ossia una sorta di Olimpiade per le arti marziali.

Nuove medaglie per il duo Collini-Rondinini

Nel luglio scorso il duo Collini-Rondinini aveva conquistato l’oro europeo a Las Palmas, in Spagna; mentre nel 2018 arrivarono a un passo dall’oro mondiale fermandosi al secondo posto. «Siamo contenti di aver portato anche quest’anno una medaglia e aver contribuito positivamente al medagliere della Nazionale italiana – affermano al termine delle gare Collini e Rondinini – Purtroppo torniamo a casa con qualche rammarico, in quanto il colore é “solo” bronzo dove poteva starci, a detta di molti altri atleti, qualcosa di più. Ma il giudizio dei giudici é insindacabile per cui prendiamo la loro decisione cosí com’é. Come sempre ringraziamo Cesare Amorosi per il suo impegno e per il suo supporto nel nostro allenamento che ci ha permesso di arrivare a questi risultati.».

Per quanto riguarda il resto del team Italia, tre su quattro sono entrati nella fase finale e tutti e tre si sono piazzati al 3° posto nelle rispettive categorie (katame no kata, ju no kata e nage no kata). Domani (giovedì 5 settembre, ndr) ci saranno altre due coppie che rappresenteranno l’Italia: una nel kodokan goshin jutsu e una nel kime no kata.

La delegazione italiana

Il kata

Il kata è una disciplina che, nelle arti marziali giapponesi indica, sotto il profilo tecnico, una serie di movimenti preordinati e codificati che rappresentano varie tecniche e tattiche di combattimento reale contro avversari immaginari evidenziandone i principi e le opportunità di esecuzione.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.