Scuola Don Milani premiata a Roma: un modello da imitare per innovazione

Colorata, funzionale, innovativa. Colpisce subito all’occhio la struttura della scuola elementare Don Milani di Faenza, tanto da attirare l’attenzione persino del Miur (Ministero dell’istruzione, università e ricerca) che ha premiato ieri, mercoledì 8 giugno 2016, i progettisti dell’edificio scolastico, Claudio Coveri e Giorgio Garavini, tecnici del Comune di Faenza, che insieme architetto belga Lucien Kroll hanno realizzato la struttura. I due faentini hanno partecipato a Roma al convegno dal titolo “#Scuole innovative tra architettura e pedagogia” promosso dal dipartimento Progetto Sostenibile ed efficienza energetica di Roma, dalla Presidenza del Consiglio dei ministri Struttura di missione per l’edilizia scolastica e del Miur.

Scuola Don Milani: l’apertura nel 2010

Il progetto all’avanguardia è stato curato dall’architetto belga Lucien Kroll e approvato nel 2001, ma dall’idea alla realizzazione sono dovuti passare quasi dieci anni, anche a causa del fallimento della prima ditta vincitrice dell’appalto nel 2001. Poi finalmente, a gennaio 2010, l’apertura. I due tecnici comunali hanno presentato a Roma il progetto della scuola Don Milani di Faenza, che è stata scelta come uno dei nove progetti innovativi di edilizia scolastica realizzati in tutto il territorio nazionale negli ultimi anni. Attualmente il Miur ha bandito un concorso di idee per la costruzione nel territorio nazionale di 52 nuove scuole sostenibili, all’avanguardia e a misura di studente. L’intervento dell’architetto Claudio Coveri che ha spiegato le fasi della progettazione “partecipata” – all’epoca furono coinvolti gli alunni della scuola Don Milani – e, in particolare, le scelte pedagogiche e di sostenibilità ambientale che hanno portato alla realizzazione del complesso scolastico.

Rispondi