Salta l’accordo con Diennea per il recupero dell’ex colonia di Castel Raniero

Niente incubatore per startup del territorio. Diennea MagNews, azienda specializzata da oltre vent’anni in strategie e progetti di digital direct marketing con sede a Faenza, nel 2016 aveva siglato un accordo importante con l’Asp della Romagna Faentina per la ristrutturazione dell’ex Colonia di Castel Raniero con l’intento di trasferire sulle colline faentine la sede principale dell’azienda e farne, al contempo, un incubatore di startup. Tuttavia, solo dopo aver approfondito gli studi e progetti riguardanti il recupero dell’ex colonia, Diennea ha verificato che l’investimento necessario per il piano di ristrutturazione è di gran lunga superiore a quello preventivato precedentemente.

Diennea: “Preventivo di 3,5 milioni di euro, ma costi superiori”

«L’investimento per il recupero dello stabile inizialmente si aggirava intorno ai 3,5 milioni di euro, purtroppo il dato reale è notevolmente maggiore – afferma Maurizio Fionda, Ceo di Diennea MagNews -. Trattandosi di un affitto anticipato, saremmo costretti ad attivare un debito considerevole a breve termine, esponendo l’azienda a uno stress finanziario inopportuno». Diennea ha così deciso di non proseguire nel progetto e ha inviato una lettera di recesso alla proprietà dell’ex colonia di Castel Raniero, l’Asp della Romagna Faentina.

Sarà comunque fatto un primo passo per il recupero della colonia di Castel Raniero

«Siamo comunque lieti di restituire l’immobile e le aree di pertinenza con alcuni miglioramenti e con un’ampia documentazione aggiornata sullo stato dell’edificio, avendo comunque investito in questa operazione. Ci auguriamo che questo nostro primo passo sia di buon auspicio per una prossima nuova iniziativa. Ci teniamo a ringraziare l’ente proprietario Asp e il Comune di Faenza per l’entusiasmo e l’impegno con cui ci hanno supportato», conclude Maurizio Fionda.

Rispondi