RWANDA di Marco Cortesi e Mara Moschini

Avevo solo due scelte, fuggire e lottare. Ho scelto la seconda. Augustine Maniriho

I ragazzi del Clan del gruppo scout Faenza 4 hanno deciso di portare a Faenza “Rwanda”, uno spettacolo sulla guerra civile che ha sconvolto il piccolo paese nell’’estate del 1994. Lo spettacolo ha lo scopo di finanziare la realizzazione di un film su questo tema. Lo spettacolo si svolgerà venerdì 17 giugno alla parrocchia S. Antonino di Faenza, (C.so Europa,37) con inizio alle ore 21.

RWANDA: teatro di uno dei più grandi genocidi della storia

“Roberto Baggio stava sbagliando il rigore che avrebbe regalato all’Italia la vittoria ai mondiali, nel frattempo in uno stato poco più grande della Sicilia avveniva uno dei più grandi genocidi della storia del mondo”

Così Marco Cortesi, attore diplomato alla Silvia d’Amico (per intendere l’accademia che ha sfornato artisti come Castellitto, Mazzantini, Favino e Guzzanti) introduce una piece di Teatro Civile, lui stesso ne è autore insieme alla co-protagonista Mara Moschini.

Il dramma racconta dei tre mesi di guerra civile che hanno insanguinato le terre di una nazione centroafricana cui solo il nome risulta famigliare: il Rwanda.

Rwanda è uno spettacolo che lacera i tessuti dell’indifferenza, che non permette di non immedesimarsi nei protagonisti portati in scena dagli attori. Un giovane padre, un figlio spaventato, un violento miliziano, una madre coraggiosa; vite che si abbracciano in situazioni che lasciano poco spazio alla fantasia, ma parlano con i numeri, come il milione di morti raggiunti in soli pochi mesi.

Attraverso paragoni continui con le nostre vite, momenti concitati ed altri armoniosamente sdrammatizzati, gli attori giocano ad entrare uscire dai personaggi su una scena quasi del tutto spoglia, riempita principalmente dall’immaginazione del pubblico. Ne risulta una narrazione fluente, mai eccessiva, che porta lo spettatore a scavare dentro di se, a fare spazio ad una domanda che risuona scevra dalla dilagante retorica del nostro secolo: e io cosa avrei fatto?

Marco e Mara, superbi sulla palco, portano il pubblico alla scoperta di una paese e di una storia la cui memoria è tutt’oggi essenziale per continuare a dare valore alle vicende di un continente che ancora troppo spesso dimentichiamo.

La serata è organizzata con il patrocinio di “Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza”, “Salesiani 2.0”, “Faventia Sales” e “Cinema Europa”

RwandaINFO e PRENOTAZIONI:
spettacolorwanda@gmail.com
0546.634286
dal lunedì al venerdì dalle 9  alle 12 e dalle 15 alle 18.

Approfondimenti

http://www.marco-cortesi.com/
https://www.facebook.com/events/1246595048684805/
https://www.facebook.com/marco.cortesi.teatro/?fref=ts
http://salesiani20.it/blog/eventi/144-rwanda-spettacolo-di-teatro-civile

Rispondi