Rete delle scuole cattoliche: attivato lo sportello di supporto alle famiglie

Un aiuto concreto per essere vicini alle famiglie. L’emergenza Covid-19 ha molto affaticato le famiglie e disorientato i bambini. Per questo motivo i professionisti coinvolti all’interno del progetto Rete delle scuole cattoliche, nato con l’obiettivo di mettere in rete le scuole cattoliche del territorio per condividere buone pratiche, valorizzare le specificità locali e condividere uno sguardo pedagogico comune, sostenuto dalla Fondazione Marri–S. Umiltà, si sono messi a disposizione delle famiglie delle scuole coinvolte per offrire un supporto psico-educativo gratuito. A oggi le scuole coinvolte sono: i poli educativi S. Umiltà di Faenza (sede S. Umiltà, S. Antonino e nido Sacro Cuore S. Rocco), Villa Savoia di Glorie di Bagnacavallo e Cristo Re di Alfonsine.

Sarà possibile contattare un professionista con un semplice click

Accedere al servizio è facile e immediato: basta collegarsi al sito www.scuolecattoliche.org, cliccare nella sezione “Supporto alle famiglie” e scegliere, sulla base delle proprie esigenze, il professionista che si intende contattare con un semplice click. Un modo immediato e veloce per ricevere supporto su tematiche quali: supporto genitoriale, gestione dei tempi e degli spazi che con le nuove regole di distanziamento sono andate modificandosi oppure ricevere suggerimenti su attività da fare in casa o all’esterno in preparazione al ritorno a scuola a settembre.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.