Rete delle scuole cattoliche: attivato lo sportello di supporto alle famiglie

Un aiuto concreto per essere vicini alle famiglie. L’emergenza Covid-19 ha molto affaticato le famiglie e disorientato i bambini. Per questo motivo i professionisti coinvolti all’interno del progetto Rete delle scuole cattoliche, nato con l’obiettivo di mettere in rete le scuole cattoliche del territorio per condividere buone pratiche, valorizzare le specificità locali e condividere uno sguardo pedagogico comune, sostenuto dalla Fondazione Marri–S. Umiltà, si sono messi a disposizione delle famiglie delle scuole coinvolte per offrire un supporto psico-educativo gratuito. A oggi le scuole coinvolte sono: i poli educativi S. Umiltà di Faenza (sede S. Umiltà, S. Antonino e nido Sacro Cuore S. Rocco), Villa Savoia di Glorie di Bagnacavallo e Cristo Re di Alfonsine.

Sarà possibile contattare un professionista con un semplice click

Accedere al servizio è facile e immediato: basta collegarsi al sito www.scuolecattoliche.org, cliccare nella sezione “Supporto alle famiglie” e scegliere, sulla base delle proprie esigenze, il professionista che si intende contattare con un semplice click. Un modo immediato e veloce per ricevere supporto su tematiche quali: supporto genitoriale, gestione dei tempi e degli spazi che con le nuove regole di distanziamento sono andate modificandosi oppure ricevere suggerimenti su attività da fare in casa o all’esterno in preparazione al ritorno a scuola a settembre.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.