Imprenditoria Femminile: Ravenna e Cervia i Comuni più “rosa” della provincia

Ravenna e Cervia i Comuni più “rosa” della provincia, Faenza leggermente indietro: è questo il dato che emerge dall‘Osservatorio per l’Imprenditoria Femminile basato su dati del Registro Imprese. Stando agli aggiornamenti sulle “Imprese Femminili” – cioè imprese la cui partecipazione di genere, per il controllo e la proprietà, è superiore al 50% – sono questi i due Comuni nelle quali la percentuale di imprese femminili è più alta (22.7%). Faenza – con le sue 1.083 imprese femminili – raggiunge una percentuale del 20,3%, che la pongono al di sotto della media nazionale (22,5%).

Secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio, in provincia di Ravenna al 31 dicembre 2016 sono risultate attive 7.361 imprese femminili; il tasso di femminilizzazione, cioè l’incidenza percentuale sul totale di imprese attive, è risultato pari al 20,9%, in linea con quello regionale (20,9%), ma inferiore alla media nazionale (22,5%).

A Faenza presenti 1.083 imprese femminili

Le “imprese rosa” crescono in Italia ma diminuiscono in provincia di Ravenna (anche se in percentuale minore rispetto a quelle non femminili). La variazione percentuale delle imprese femminili attive al 31 dicembre 2016, rispetto all’analogo periodo del 2015, mostra una leggera flessione pari a -0,7%, più contenuta però rispetto al calo riscontrato per il totale delle imprese attive della provincia (femminili e non, pari a -1,3%); in aumento, seppure modesto, invece la variazione media nazionale (+0,5%); all’insegna della stabilità la percentuale media regionale (+0,03%). Nel corso del 2016, al Registro Imprese di Ravenna si sono iscritte 582 imprese femminili, ma 652 hanno cessato l’attività, evidenziando così un saldo negativo pari a -70 (al netto delle cosiddette cancellazioni di ufficio, cioè quelle di tipo puramente amministrativo). Anche a Faenza si è riscontrato un calo dello 0,6% delle imprese femminile, come è possibile riscontrare dalla tabella sottostante:

Fonte: Elaborazione Servizio Statistica – Camera di Commercio di Ravenna.

Imprenditoria femminile: commercio e agricoltura i settori più “rosa”

Come detto, entrando nel dettaglio comunale, si evidenzia il più alto tasso per i comuni di Cervia e Ravenna (22,7%) e il più basso per Cotignola (15,6%). Per quanto riguarda la distribuzione per settore di attività, le 7.361 imprese femminili sono state rilevate per il 28,2% nel Commercio, per il 16,3% nell’Agricoltura e, a seguire, “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione” e “Altre attività di servizi”, rispettivamente con il 12,9% ed il 12,8%. «Nonostante un Welfare che non aiuta le imprese, e soprattutto le loro titolari, i dati sottolineano che le imprese al femminile riescono a reagire meglio – commenta Chiara Roncuzzi, presidente del Comitato per la promozione dell’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Ravenna – alle complessità dei mercati e della congiuntura».

Fonte: Elaborazione Servizio Statistica – Camera di Commercio di Ravenna.

Rispondi