“Pedala… Sicuro!”: il nuovo programma tv sulla sicurezza stradale

Promuovere la sicurezza stradale attraverso e soprattutto il buon senso civico di ciascuno, dal pedone all’ auto al camion che percorre la strada passando soprattutto per la bicicletta nostro interlocutore primario. ‘Pedala… Sicuro!’: questo il titolo a doppio senso della rubrica di Kok srl New Time,centro multimediale con sede a Forli nel cuore dell’Emilia-Romagna. L’idea di questa trasmissione prende forma dalla Giornata della Scorta 2018 e al Progetto sicurezza della Ascd Avis Faenza, e muove i suoi passi ponendosi una precisa domanda: come ci comporteremmo se la nostra bicicletta avesse la targa? Un quesito che lancia una bonaria sfida a tutti i cittadini che si spostano con la bici per ricordare loro che, pur essendo “utenti deboli” della strada, assieme ai pedoni, agli anziani e agli invalidi, devono adottare un atteggiamento collaborativo e responsabile, modellando i propri comportamenti sulla base di precise regole. La nuova trasmissione non vuole né sostituirsi ai compiti delle istituzioni, esperti o professionisti del settore ma si pone il semplice obiettivo di discutere e approfondire varie tematiche allo scopo di informare alla prevenzione tutti coloro che percorrono le strade attraverso lo stimolo a seguire le buone prassi e all’osservanza e utilizzo di buone regole.

A condurre la trasmissione Sabrina Sgalaberna e Andrea Succi. Ospite della 1^ puntata Davide Cassani

La trasmissione sarà condotta dalla giornalista Sabrina Sgalaberna giornalista televisiva e Andrea Succi comunicatore, facilitatore di marketing territoriale; sarà suddivisa in tre segmenti:”L’occhio” alla sicurezza; Pedala in Romagna; Pedala in salute. Parti cadauna tra i 7/10 minuti, e andra’ in onda su Di.Tv ch 90 per l Emilia-Romagna e sul canale yuotube newtimetv.life dal 2 aprile al 13 giugno (il tutto osservando ovviamente il silenzio istituzionale pre-elettorale ) Argomento della prima puntata: come nasce il progetto sicurezza 2019. Ospiti in studio: Davide Cassani, Ct della Nazionale; Raffaele Babini vicedirettore del Giro d’ Italia; i sei Presidenti del Circuito Romagnolo; Silvano Antonelli preidente del GS Progetti Scorta.

I diritti e doveri del ciclista per una miglior sicurezza stradale

Una rubrica innovativa che vuole parlare di sicurezza a 360°, promuovere azioni di sensibilizzazione indispensabili a contrastare gli incidenti stradali, utilizzando forme di comunicazione diversificate e target di vario genere (dai ciclisti professionisti agli amatori, dalla semplice famiglia che utilizza la bici per andare al lavoro o spostarsi sulla strada, perciò interagendo con gli automobilisti) indispensabili per raggiungere il maggior numero di utenti della strada. Ciclisti, pedoni e automobilisti vengono chiamati ad assumersi la loro parte di responsabilità. Sulla strada, infatti, non esiste la tipologia di utente buono o cattivo, ma l’utente rispettoso o irrispettoso delle regole e delle buone prassi.

 

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.