Massimiliano Pederzoli: “Per rilanciare Brisighella bisogna supportare le imprese”

Un nuovo ruolo all’interno dell’Unione dei Comuni, riasfaltatura delle strade e supporto concreto all’imprenditoria: sono questi alcuni punti fermi del programma del candidato di centrodestra Massimiliano Pederzoli, che verrà presentato ufficialmente il prossimo 6 maggio assieme alla propria lista. Imprenditore agricolo, 59 anni, ex presidente provinciale di Coldiretti, dopo due mandati ha deciso di tornare in scena sulla politica brisighellese che lo aveva già visto assessore negli anni ‘90 nella fila della Dc. «Stiamo parlando di tanti anni fa – spiega – la situazione politica era completamente diversa. Oggi ho accettato di rimettermi in gioco su proposta di alcuni amici che hanno deciso di puntare sulla mia esperienza».

Il programma del centrodestra sarà presentato il 6 maggio

Strade, giovani e supporto del turismo: sono diversi i temi in comune con la sua sfidante principale, l’attuale vicesindaco Angela Esposito, candidata per il centrosinistra. «Sotto elezioni l’amministrazione sta facendo molte cose, ma dovevano essere fatte prima – afferma Pederzoli – le strade sono in una pessima situazione e vanno riasfaltate, la scuola di Marzeno va completata e tanti lavori sono da fare negli altri istituti». Diversa invece la posizione sull’Unione dei Comuni. «Pensiamo di essere stati penalizzati da questo ente, altri Comuni, come Casola Valsenio, hanno avuto più soldi da investire per le strade. Inoltre penso che alcuni servizi andrebbero riportati in capo ai Comuni, come l’Urbanistica. È un tema che sarà da discutere approfonditamente».

Bisogna agire con praticità e togliere diversi vincoli imposti alle imprese

Come può un borgo come Brisighella vincere da solo le sfide del calo di risorse per le amministrazioni e dello spopolamento? «È una situazione che riguarda tanti Comuni d’Italia – risponde Pederzoli – innanzitutto non bisogno legare le mani agli unici che possono sviluppare l’economia del territorio, ossia gli imprenditori, di qualsiasi settore siano. Non esistono solo i ‘no’ da parte dell’amministrazione, ma anche i ‘sì’, e dobbiamo fare in modo che questi possano investire. Dobbiamo agire con praticità – aggiunge – il Comune è infatti un’azienda come tutte le altre e di cui i cittadini sono gli azionisti, e pretendono rispetto, trasparenza e onestà. Anche per questo i vincoli, di tipo urbanistico o paesaggistici per esempio, non devono ingessare il Comune, nel rispetto delle norme e dello sviluppo sostenibile. Questa non è politica di destra o sinistra, vogliamo usare il buonsenso e solo così i giovani possono essere stimolati a restare». Per evitare lo spopolamento «si deve poi sempre puntare a offrire i servizi migliori possibili, in particolare nelle frazioni. Su questo e sulla cura delle strade bisogna lavorare in sinergia con la Regione e con il Governo». Tra le altre misure previste, anche l’abbassamento dell’Irpef dello 0,1%, la valorizzazione delle sagre e il decoro urbano, «fondamentale per un Comune come il nostro che vuole avere una vocazione turistica – aggiunge Pederzoli – in tutta Brisighella non c’è un’aiuola fiorita ed è inammissibile».

Tra Pederzoli ed Esposito potrebbe spuntare a Brisighella anche la lista di Brunetti

Ancora in via di definizione la ‘squadra’ a supporto della sua candidatura. «Ci stiamo ancora lavorando – precisa – ci sono però già all’interno artigiani e piccoli industriali, commercianti, ristoratori. Stiamo cercando persone che abbiano già dato prova di buona capacità di gestione». Nel frattempo, tra Pederzoli ed Esposito potrebbe spuntare un terzo nome: ha ancora qualche giorno di tempo per presentare una propria candidatura un’altra lista, di area centrodestra ma con supporto anche di simpatizzanti pentastellati, che potrebbe avere come candidato l’ex commerciante Graziano Brunetti, inizialmente indicato come possibile candidato della Lega, che però poi ha deciso di puntare con forza su Pederzoli.

Samuele Marchi

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.