Open day della scuola di disegno Minardi di Faenza: entra nel vivo la nuova gestione

La scuola di disegno Tommaso Minardi apre le porte al pubblico. Nella giornata di sabato 12 ottobre 2019, dalle ore 16 alle 19, la storica istituzione per l’insegnamento dell’arte di via Ughi 3 a Faenza, propone alla cittadinanza un ‘open day’ per presentare la nuova offerta formativa arricchita quest’anno di nuovi e qualificati corsi per ogni età, che prenderanno il via il 28 ottobre. Attraverso ‘mini laboratori’ allestiti per l’occasione, il pomeriggio di sabato consentirà agli interessati di avere un approccio diretto con i docenti, e tutta la struttura, che si concluderà con un brindisi.

A chi si rivolgono i corsi di disegno

Sono invitati giovani, adulti e famiglie con bimbi e o ragazzi sotto i 14 anni, poiché anche a questi ultimi è dedicata una importante sessione di corsi. Corsi che al momento, stanno registrando il maggior numero di iscrizioni arrivate già a quota 30 per ceramica, tornio e disegno. Dopo la presentazione alla stampa avvenuta il 25 settembre scorso, alla presenza del vice sindaco Massimo Isola, la scuola Minardi prosegue le iniziative di promozione legate al suo rinnovamento grazie al cambio di gestione affidata alla scuola Angelo Pescarini Arti e Mestieri, e al nuovo coordinatore nella persona di Matteo Zauli.

La nuova gestione: la scuola Arti e Mestieri ‘Pescarini’ e Matteo Zauli come coordinatore didattico

Il passaggio di gestione alla Pescarini coincide con l’ingresso di Matteo Zauli come nuovo coordinatore della Minardi, così come l’offerta didattico-formativa si arricchisce di nuovi corsi e workshop legati alle espressioni contemporanee e a tecniche d’avanguardia. Oltre a quelli della sede storica di via Ughi 3, la scuola potrà disporre anche di alcuni spazi all’interno dell’edificio ex Salesiani, che da dicembre diverrà la sede stabile della scuola di musica Sarti.

In tutto 14 i corsi della scuola di disegno Tommaso Minardi

Dal 26 ottobre in avanti prenderanno il via in via Ughi 3, 14 corsi che vanno dal disegno alla pittura, dall’incisione alla scultura, dalla ceramica al mosaico, destinati agli adulti, con il duplice obiettivo di fornire la formazione adeguata a chi intende fare dell’arte un mestiere; favorire lo sviluppo del talento artistico e trarne beneficio personale. Un capitolo del catalogo didattico è riservato ai più piccoli e ai ragazzi che potranno, a seconda dell’età, frequentare lezioni di disegno e pittura alimentando così fin dalle giovani generazioni quell’attitudine all’arte insita nel Dna dei faentini. «L’opportunità di sviluppare la manualità e i talenti artistici che viene offerta dalla scuola Minardi – dichiara Luciano Casmiro, direttore della Scuola Pescarini – può rappresentare, soprattutto per i più giovani, quel valore aggiunto fondamentale per inserirsi a pieno titolo nelle professioni legate al made in Italy, quali l’oggettistica, il design industriale, la moda, e la stessa ceramica che rende Faenza famosa nel mondo».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.