Moto Club: “Portare eventi come il mondiale a Monte Coralli oggi è molto difficile”

Non solo la pista di Monte Coralli, ma tutte le strutture simili in Italia farebbero fatica oggi come oggi a sostenere l’impegno di ospitare una tappa del campionato mondiale motocross. A sostenerlo è lo stesso presidente del Moto Club, Franco Ercoletti. Dopo le polemiche nei giorni scorsi tra Lega Nord e amministrazione comunale in merito alla decisione di realizzare nel circuito di Formula 1 di Imola un altro circuito di motocross per ospitare i prossimi mondiali di categoria – nonostante Faenza possa contare sul proprio territorio del circuito di Monte Coralli, un’eccellenza nel suo genere – prende parola proprio il Moto Club di Monte Coralli che ribadisce l’attuale impossibilità di realizzare eventi di questo tipo nel circuito faentino e considera comunque il mondiale di motocross che si svolgerà a Imola un’opportunità di prestigio – anche economico – per tutto il comprensorio.

“Problematiche logistiche ed economiche impediscono di riportare il mondiale a Monte Coralli”

«Il campionato mondiale di motocross si può portare a Monte Coralli, nel 2012 il campionato siamo riusciti a farlo – spiega Franco Ercoletti – ma nel giro di pochi anni tante cose sono cambiate e ora sono sorti numerosi problemi sono logistici. Il mondiale non è più come una volta, è diventato molto più simile alla moto Gp e adesso è molto più impegnativo da organizzare, sia in termini di paddock sia in termini di organizzazione complessiva. Una struttura come Monte Coralli al momento non è in grado di sostenere questo impegno».

«Poi c’è l’aspetto economico – prosegue Ercoletti – per organizzare un campionato mondiale servono centinaia di migliaia di euro. Un Moto Club come il nostro, con la sua particolare storia specifica, non potrebbe prendersi un onere del genere e non credo che nel faentino ci sia qualcuno in grado di farlo.
Noi più che ospitare importanti gare italiane e internazionali non riusciamo a fare al momento».

«Pur essendo a Imola – conclude il presidente del Moto Club – il campionato mondiale porterà sicuramente benefici economici e di prestigio anche a Faenza. Purtroppo questi eventi, per i circuiti simili a Monte Coralli, sono diventati davvero problematici ed è così in tutta Italia, non solo per la nostra pista».

Rispondi