Il sindaco di Montegallo a Faenza nel segno della solidarietà

Un incontro per testimoniare la vicinanza della Romagna Faentina con Montegallo, realtà colpita duramente dal sisma del Centro Italia di un anno fa. Sabato 9 settembre 2017 sarà a Faenza proprio il sindaco di Montegallo Sergio Fabiani, che riceverà simbolicamente e concretamente l’abbraccio di tutta la comunità. Alle 15.30, nella sala consiliare “E. De Giovanni” di Palazzo Manfredi, il primo cittadino del Comune colpito dal terremoto incontrerà amministratori faentini e cittadini, oltre che tutte le associazioni che in questi dodici mesi hanno fornito aiuti, soccorsi e contributi alle popolazioni colpite dal terremoto. Montegallo è un piccolo comune in provincia di Ascoli Piceno, all’interno del Parco nazionale dei Monti Sibillini. L’incontro con il primo cittadino sarà dunque l’occasione per abbracciare simbolicamente tutta la popolazione di Montegallo, testimoniare ancora una volta la solidarietà del territorio faentino e sentire dalle parole del sindaco notizie aggiornate sullo stato di avanzamento dei progetti di ricostruzione.

Montegallo è uno dei Comuni colpiti dal sisma in Centro Italia

Lo scorso anno, a sole ventiquattro ore dal tragico terremoto, la Protezione civile dell’Emilia-Romagna arrivò a Montegallo con un grande dispiegamento di uomini e mezzi, prodigandosi per fornire assistenza, primo soccorso e ospitalità per tutti gli sfollati. Fu realizzata a tempo di record una cittadella e individuato quel territorio tra i destinatari degli aiuti e dei fondi raccolti dalla vasta rete di solidarietà del volontariato regionale. Anche tutti i comuni dell’Unione della Romagna Faentina si sono impegnati in questi mesi a favore di Montegallo, tramite la diretta presenza in loco e con svariate iniziative finalizzate alla raccolta fondi.
Le più grandi attrazioni del territorio di Montegallo sono rappresentate sicuramente dalle bellezze paesaggistiche e naturalistiche della zona. Oltre alle bellezze naturali sono presenti anche molti luoghi di interesse storico, artistico e religioso. Numerose chiese rurali si trovano nella zona, altre ancora sono oggi scomparse. Le due chiese rurali più importanti sono sicuramente quella di S. Maria in Lapide e quella di S. Maria in Pantano (crollata con il terremoto del 30 ottobre 2016), di origine antichissima. In passato esisteva una terza importante chiesa, quella di S. Michele in Furonibus, presso il passo di Galluccio, al confine con il comune di Arquata del Tronto. Oltre alle pievi rurali sono presenti molte chiese parrocchiali nei pressi dei numerosi paesi del comune. Degna di nota la chiesa di San Bernardino, a Balzo.

Alcune immagini della visita del sindaco di Faenza a Montegallo

La visita del sindaco Fabiani arriva pochi giorni dopo quella fatta dal sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, a Montegallo, lo scorso primo settembre. «Ho incontrato il sindaco Sergio Fabiani – ha scritto il primo cittadino faentino tramite la sua pagina Facebook – I suoi racconti e la forza d’animo con la quale sta affrontando la situazione toccano il cuore fino a far commuovere. Mi ha dato conferma definitiva che riuscirà ad essere a Faenza sabato prossimo 9 settembre, al pomeriggio, per incontrare coloro che in questo anno si sono prodigati per Montegallo tramite la presenza in loco e le tantissime iniziative di solidarietà e di raccolta fondi. E’ un’occasione unica per far sentire ancora di più il nostro calore e la nostra solidarietà nei confronti di chi è stato travolto da questa enorme tragedia».

Rispondi