Migliori scuole per trovare lavoro: Itip Bucci Faenza al secondo posto in provincia

Quali sono le migliori scuole superiori della provincia di Ravenna per trovare lavoro una volta ottenuto il diploma? Una domanda che si stanno ponendo tante famiglie per decidere in quale istituto al quale iscrivere il proprio figlio per l’anno scolastico 2017/2018. Proprio per aiutare quanti sono alle prese con la scelta della scuola superiore, la Fondazione Agnelli ha messo a punto nel 2014 il portale Eduscopio che ogni anno viene aggiornato con nuovi dati. Il progetto dal 2016 prende in considerazione anche gli istituti tecnici e professionali e dai dati elaborati del portale l’Itip Bucci di Faenza ottiene un secondo posto in provincia di Ravenna tra le migliori scuole superiori per trovare loro.

Eduscopio valuta le migliori scuole superiori

Da quest’anno Eduscopio ha una novità: vengono valutati gli istituti superiori sulla base di due categorie, ossia la preparazione che gli istituti secondari forniscono per l’università e invece le migliori scuole che preparano direttamente al mondo del lavoro. In questo modo si cerca di evitare la marginalizzazione degli istituti professionali che negli scorsi anni era invece un punto criticato del progetto della Fondazione Agnelli.

Itip Bucci Faenza al secondo posto, primeggia Lugo con il Guglielmo Marconi

Dopo aver analizzato in un precedente articolo le migliori scuole della provincia di Ravenna in quanto preparazione che forniscono agli studenti per affrontare il mondo universitario, in questo secondo articolo sarà presa in considerazione la “top 10” delle migliori scuole per trovare lavoro. La medaglia d’oro in questa classifica va al Guglielmo Marconi di Lugo, seguito a ruota dall’Itip Bucci di Faenza. Terzo posto sempre per Lugo, con l’Eustacchio Manfredi. Per trovare Ravenna nella top 10 bisogna arrivare sino alla quarta e quinta posizione con il Nullo Baldini e l’istituto Callegari. Al sesto posto l’unica scuola non statale della top ten: il Sacro Cuore di Lugo. Faenza viene rappresentata anche dal settimo posto dell’Alfredo Oriani e dal nono del Persolino Strocchi.

La top 10 delle migliori scuole della provincia di Ravenna:

La "top 10" delle migliori scuole della provincia di Ravenna in quanto capacità di far trovare lavoro agli studenti una volta ottenuto il diploma. Elaborazione Buon Senso Faenza su dati Eduscopio 2016.
La “top 10” delle migliori scuole della provincia di Ravenna in quanto capacità di far trovare lavoro agli studenti una volta ottenuto il diploma. Nel caso di più “rami” per un istituto viene preso in considerazione il valore più alto. Elaborazione Buon Senso Faenza su dati Eduscopio 2016.

“Dati basati su un milione di studenti”

«eduscopio.it sta diventando per le famiglie un appuntamento consolidato e atteso – commenta Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli – Lo dimostrano i 500mila utenti unici che hanno fino a oggi visitato il portale e i 2 milioni di pagine consultate. Ha successo, perché dà risposte chiare alla domanda di trasparenza sulla scuola che viene dalle famiglie. Fino a ieri valutavamo solo la qualità della formazione che le scuole offrono in vista degli studi universitari, in tutta Italia. La novità quest’anno è che valutiamo anche l’efficacia della scuole nel formare al lavoro subito dopo il diploma in sette regioni italiane, che insieme rappresentano il 62% del Pil italiano: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Basilicata e Sardegna».

Migliori scuole per trovare lavoro: i dati elaborati da Eduscopio

Per indicare quali sono le migliori scuole superiori per trovare lavoro, Eduscopio si basa su due fonti principali dei dati: la prima è l’Anagrafe nazionale degli studenti (Ans) del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca dalla quale vengono tratte le informazioni sugli studenti che hanno conseguito un diploma in una scuola ad indirizzo tecnico o professionale (statale o paritaria) situata in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Sardegna, Basilicata. In particolare, dall’Ans Eduscopio ottiene caratteristiche demografiche, studi scolastici compiuti, le informazioni aggregate sui diplomati di ogni scuola (numero diplomati, voto medio, tassi di prosecuzione).

La seconda fonte principale di informazione è rappresentata dai dati delle Comunicazioni obbligatorie (Cob) del Ministero del Lavoro, le quali descrivono per ogni lavoratore dipendente i principali eventi che ne caratterizzano la carriera lavorativa. Gli eventi riportati nelle Cob per ogni diplomato considerato vengono ricondotti ai relativi rapporti di lavoro e questi ultimi vengono legati tra loro in un percorso di carriera. Per ogni singolo rapporto si è dunque in grado di riconoscere la data di inizio; la data di fine; la durata del rapporto; le modalità di lavoro (part time/full time) il tipo di contratto (tempo determinato/indeterminato) e inquadramento (qualifica); il comune di lavoro; il settore economico in cui opera l’impresa che assume.

Altre classifiche Eduscopio

Le migliori scuole della provincia di Ravenna con prospettiva universitaria

Rispondi