Michele Busa, altri 2 ori internazionali a Genova: “Punto a fare sempre meglio”

Sono medaglie preziose quelle che si è messo al collo Michele Busa nel week end. Il quindicenne, atleta di punta del Centro Sub Nuoto Club 2000, ha conquistato due ori e un bronzo al 35esimo Meeting internazionale di nuoto giovanile “Memorial Morena”, che si è svolto nella piscina olimpica del Complesso polisportivo Sciorba a Genova. Michele Busa faceva parte della Nazionale della categoria Ragazzi, allestita dal selezionatore Walter Bolognani, che ha partecipato al meeting assieme alle rappresentative danese e kuwaitiana, oltre a nuotatori di società di tutta Italia. Il nuotatore faentino ha vinto nei 100 metri farfalla in 56”78, davanti a Stefano Gancitano (Andrea Doria) e a Daniel Jensen (Danimarca), nei 200 farfalla in 2’08”89 davanti ancora a Gancitano e ad Alush Telaku (Genova Nuoto My Sport), e si è piazzato terzo nei 100 dorso.

Intervista a Michele Busa (Centro Sub Nuoto Club 2000)

E’ un 2017 che sta regalando tante sudate e meritate soddisfazioni al giovane nuotatore.
“E ci sono ancora gare importanti che disputerò – dice Michele Busa -: adesso mi sto concentrando sul prossimo appuntamento che è quello dei Campionati regionali dell’Emilia-Romagna a Bologna, dove il mio scopo è fare ancora meglio”.

Ossia vincere di più?
“Sì, non mi nascondo. Voglio vincere nei 100 e nei 200 metri delfino, nei 50 stile libero – annuncia Busa che compirà 16 anni il prossimo 21 agosto -; poi punto al podio nei 100 stile libero, nei 100 dorso e nei 200 misti”.

Sorprende la straordinaria tranquillità con cui l’atleta del Centro Sub Nuoto Faenza snocciola i suoi obiettivi.
“Sono alla mia portata, perché mi sento forte e bene allenato – afferma -. E’ bello potere rappresentare la mia società sportiva e portare a Faenza coppe e medaglie; ma è splendido gareggiare per la Nazionale. Lì sento un po’ di agitazione, perché dai miei colleghi Azzurri e da me ci si aspetta sempre tanto: questo nei giorni prima e nell’imminenza delle gare; poi, quando si va in acqua, si nuota per… andare forte e bene!”.

A Genova è andata benissimo per Michele Busa.
“Come no! Ma è andata bene anche alla Coppa Comen del Mediterraneo -. ricorda il nuotatore faentino che un paio di settimane fa ha regalato all’Italia la medaglia d’argento nei 100 metri a farfalla, la medaglia di bronzo nei 200 farfalla, oltre all’argento nella staffetta 4 per 100 mista -. A Malta si respirava proprio un vero clima di competizione internazionale, perché eravamo in tanti provenienti da numerosi paesi. E lì l’agitazione era ancora più grande, però i risultati ci sono stati”.

Tra tanto allenamento che gli occupa in media tre ore al giorno dal lunedì al sabato e la scuola, l’infaticabile Michele trova il tempo anche per giocare diverse partite di pallanuoto con la Prima Squadra e l’Under 17 del Centro Sub Nuoto, andando spesso in gol.
“Mio padre è allenatore di pallanuoto e mi ha trasmesso questa passione – conclude Busa -. E’ un gioco che mi diverte e sono contento di potere dare il mio contributo alla mia società anche in questo settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.