Da Cosenza a Parma: ecco i 13 diplomati del master Materiali compositi

Passaggio di consegne tra studenti all’ex Salesiani di Faenza. Venerdì 18 novembre 2016 alle ore 16 nella sede della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, si sono tenute la presentazione dell’edizione per l’anno accademico 2016-2017 del Master universitario in Materiali Compositi e, contemporaneamente, la cerimonia di consegna dei diplomi per l’edizione 2015-2016. Questa iniziativa, che è alla sua seconda edizione (il bando è ancora aperto e scadrà il prossimo 21 novembre), è nata lo scorso anno a Faenza grazie al contributo di Riba Composites (Gruppo Bucci Industries), che è il principale sostenitore e finanziatore del Master, e al dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’università di Bologna (Campus di Ravenna), con la collaborazione di Fondazione Flaminia.

A Faenza un centro di eccellenza universitario

Materiali compositi si tratta di un Master annuale di primo livello che può costituire uno sbocco naturale per i laureati del Corso di Laurea in Chimica di Faenza ma che è ovviamente accessibile anche ad altri laureati, sia triennali che magistrali, che mirino a una formazione specifica nel campo dei materiali compositi, il settore che in questo momento ha probabilmente più spazio per sviluppi tecnologici e sbocchi occupazionali altamente qualificati. Il Master mira a far diventare Faenza un centro di eccellenza in questo specifico settore, collegando ancora di più la realtà produttiva avanzata del territorio alla formazione di tipo accademico. La figura professionale obiettivo del Master è a carattere multidisciplinare e questo è il motivo per cui esso si rivolge a laureati sia in chimica che in ingegneria. Uno dei principali punti di forza del piano di studi è un lungo tirocinio in azienda, che gli studenti svolgeranno sia in Riba che in altre importanti aziende del settore dislocate su tutto il territorio nazionale.

Materiali compositi: ora la seconda edizione

All’evento, moderato dal direttore del Master, il professor Daniele Nanni, hanno partecipato Massimo Isola, vice-Sindaco di Faenza, Alberto Morini, presidente della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, Andrea Bedeschi, General Manager di Riba Composites, Valerio Zanotti, Vice-Direttore del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari”, Giacomo Melandri, consigliere della Camera di Commercio di Ravenna, e Cinzia Cortesi quale rappresentante della Fondazione Flaminia. Alla presentazione delle caratteristiche salienti della prossima edizione del Master è seguita la cerimonia di consegna del titolo agli studenti della prima edizione, che avevano precedentemente discusso coi docenti del Master l’elaborato finale frutto del loro tirocinio.

I 13 diplomati del master: da Cosenza a Parma

Ecco i diplomati del master, provenienti da tutta Italia: Elisa Bonansegna di Prato (tirocinio in Maserati SpA – Modena), Filippo Buscaroli di Castel San Pietro Terme (tirocinio in Protesa SpA – Imola), Francesco Gazza di Parma (tirocinio in Centro Ricerche FIAT – Torino), Eleonora Infante di Foggia (tirocinio in Consorzio CETMA – Brindisi), Noemi Lombardi di Cosenza (tirocinio in Metal Tig Srl – Castel San Pietro Terme), Federica Marchetti di Cesena (tirocinio in Riba Composites Srl – Faenza), Carlo Pandolfi di Matera (tirocinio in Composite Materials Italy Srl – Legnano), Antonio Proni di Faenza (tirocinio in Aqseptence Group – Lugo), Matteo Rossi di Castel Bolognese (tirocinio in Riba Composites Srl – Faenza), Federico Saraga di Urbino (tirocinio in Maserati SpA – Modena), Alessandro Giacomo Strocchi di Ravenna (tirocinio in ESI Italia Srl – Bologna), Filippo Valorosi di Ravenna (tirocinio in Aqseptence Group – Lugo), Silvia Zattoni di Ravenna (tirocinio in Protesa SpA – Imola).

Rispondi