Materiali compositi: a Faenza il master che unisce chimica e ingegneria

Tutto è pronto a Faenza la nuova edizione del master di primo livello in “Materiali compositi“. Venerdì 18 novembre 2016, alle ore 16 nella sala polivalente della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza a Palazzo Naldi, in via San Giovanni Bosco 1, si terrà la presentazione dell’edizione 2016-2017 del master attivato a Faenza dal Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’università di Bologna col sostegno di Riba Composites (Gruppo Bucci). Nel pomeriggio dello stesso giorno è inoltre programmata la cerimonia di consegna dei diplomi del master per l’anno accademico 2015-2016. La scadenza per fare domanda alla nuova edizione sarà il 21 novembre 2016: il tetto massimo di partecipanti è di dodici studenti.

Un master per aumentare le sinergie tra chimici e ingegneri

Un master per aumentare le conoscenze che gli ingegneri hanno della chimica di base dei materiali e, viceversa, avvicinare il modo di ragionare dei chimici industriali e dei materiali a quello dei progettisti e degli ingegneri, per creare indispensabili sinergie tra le reciproche competenze. Il master in “Materiali compositi” ha quindi lo scopo di formare figure professionali con conoscenze specifiche nel settore dei materiali compositi, che possano trovare impiego nelle industrie operanti o direttamente nel settore dei materiali compositi oppure in aziende che possano impiegare tali materiali e quindi abbiano bisogno di progettisti capaci di sfruttarne appieno le proprietà (Original Equipment Manufacturer, Oem). In quest’ultima categoria rientrano sia imprese del settore Automotive, sia imprese dell’ambito Aeronautico e Navale, nel territorio faentino e in ambito nazionale e internazionale.

Materiali compositi: scadenza il 21 novembre

Alla cerimonia interverranno il vice sindaco e assessore all’università e alta formazione Massimo Isola, il direttore del master Daniele Nanni, il presidente della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza Alberto Morini, Cinzia Cortesi della Fondazione Flaminia Ravenna, Valerio Zanotti, vice direttore del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Università di Bologna, Andrea Bedeschi, general manager di Riba composites, e Giacomo Melandri, consigliere della Camera di Commercio di Ravenna. Il corso prenderà il via a gennaio 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *