Torna al MIC di Faenza la seconda edizione dell’International Yoga Day

Un coro di iniziative, raduni e manifestazioni si uniranno in tutto il mondo il 21 giugno per la giornata mondiale dello Yoga, che a Faenza giunge quest’anno alla sua seconda edizione. All’interno della suggestiva cornice del Museo Internazionale delle Ceramiche (MIC) di Faenza, verranno ospitate dalle ore 16.00 alle ore 21.00 pratiche, conferenze e un laboratorio esperienziale dedicato ai bambini (Balyayoga). La partecipazione è gratuita e aperta a tutti: yogi, yogini e a chi vuole avvicinarsi a questa disciplina per la prima volta.

 

Uno sport che promuove lo sviluppo e la pace

L’obiettivo dell’International Yoga Day (IYD) è quello di dar vita ad una giornata di scambio interculturale e intergenerazionale, volta alla diffusione di una cultura di pace e promuovere il benessere individuale e collettivo. La genesi di questa manifestazione risale all’11 dicembre 2014, quando una risoluzione unanime dell’ONU, riconosce l’antica disciplina orientale come “uno sport che promuove lo sviluppo e la pace”. Un’occasione in cui sperimentare il concetto di unione, insito nella parola stessa che dà il nome alla disciplina (in sanscrito, YUG).

Cosa succederà il 21 giugno

Seminari, laboratori pratici e momenti ludici rivolti ad adulti e bambini. Si parlerà di ayurveda, di meditazione e degli aspetti energetici della disciplina, così come ci saranno lezioni collettive pratiche di Asana, Vinyasa e Shiva Tandava Kundalini, dove sperimentare il “qui e ora”. Gli insegnanti di School of Santhi, A.s.d Dharma Yoga, La Piccola India, Shiva Kriya Yoga, Uno Yoga e Palestra Yunity si alterneranno dalle ore 16.00 alle ore 21.00 nel giardino e negli spazi interni al MIC, offrendo una visione d’insieme dei benefici che derivano da questa pratica. L’evento è patrocinato dal Comune di Faenza e dall’Assessorato allo sport e alla cultura e nasce dalla volontà di Gaia Leonardi – insegnante di Yoga – che insieme a sei palestre Yoga del faentino ha fatto sì anche quest’anno che Faenza potesse avere la sua giornata di celebrazione, in un momento di unione collettiva.

 

La connessione con la cultura di pace del MIC

Quello che si terrà il 21 giugno può quindi essere inteso come un dialogo-incontro di diffusione della pace in uno spirito di unità e cooperazione, che sceglie non a caso gli spazi del MIC, riconosciuto nel 2000 dall’UNESCO come “Monumento testimone per una cultura di pace”. Cinque ore di condivisione in omaggio a questa disciplina che dall’India si è diffusa universalmente, grazie ai suoi benefici riconosciuti anche dalla scienza e dalla medicina. Un approccio olistico alla salute e al benessere che incarna l’unità tra mente e corpo, pensiero e azione e armonia tra l’uomo e la natura.

Per info: iyd.faenza@gmail.com  FB: @IYDFaenza

 

 

 

Rispondi