Dieci anni di “In Tempo”: al via dal 21 giugno la rassegna musicale faentina della Sarti

Compie dieci anni la stagione faentina “In Tempo” a cura della Scuola di Musica Giuseppe Sarti  in collaborazione con l’assessorato alla cultura. Si aggiunge quindi la musica classica al ricco calendario artistico di quest’estate faentina. Quattordici concerti che avranno il via lunedì 21 giugno alle 21 al Museo delle Ceramiche.

Brani classici e moderni, cinema e poesia

Un programma particolarmente ricco quello proposto per l’estate del 2021 in cui la musica, tra brani classici e moderni, incontrerà la poesia e il cinema.

Omaggio ad Astor Piazzola

Il primo appuntamento è lunedì 21 alle 21 presso il Mic in occasione della Giornata della Musica il maestro di sax soprano Silvio Zalambani si esibirà in un concerto dedicato alla figura di Astor Piazzola accompagnato dalla voce di Sandra Rehder insieme al Gruppo Candombe: Donato D’Antonio alla chitarra, Vittorio Veroli al violino, Tiziano Negrello al cotrabbasso, Massimo Mantovani al pianoforte.

“Omaggio a Fellini e Guerra”

La rassegna continua martedì 29 giugno alle 21 in Piazza della Molinella con “Omaggio a Fellini e Guerra“, spettacolo realizzato con Emilia Romagna Festival. In scena Ivano Marescotti. Insieme a lui l’Ensemble Duomo con Roberto Porroni alla chitarra, Pier Filippo Barbano al flauto, Germana Porcu al violino, Antonello Leofreddi alla viola, Marcella Schiavelli al violoncello. Testi di Guerrini, Zavattini, Baldini, Guerra, Pedretti e musiche di Rota e Porroni. 

Gli appuntamenti di luglio

Apriranno gli appuntamenti di luglio il quartetto Indaco e Il cantiere dell’Arte  con “3 4 5 Amadeus” al Mic mercoledì 7 alle 21, uno spettacolo in collaborazione con Emilia Romagna Festival, con la presentazione e la narrazione di Stefano Valanzuolo. Il quartetto, composto da Eleonora Matsuno e Ida Di Vino al violino, Jamiang Santi alla viola, Cosimo Carovani al violoncello e Il cantiere composto da Claudio Mansutti al clarinetto, Federica Respini al pianoforte eseguiranno brani di Mozart.  Giovedì 15 luglio alle 21 sempre al Mic si esibirà il Duo Pisapia Flotta sulle musiche di Grieg, Brahms, Debussy . Introdurrà la serata il preludio della poetessa Francesca Tuscano. Sabato 24 luglio alle 21 in Piazza della Molinella sarà la volta invece di “Fiato al Brasile”, uno spettacolo in collaborazione con Emilia Romagna Festival su musiche latino-americane a cura di Yamandu Costa alla chitarra e alla chitarra a sette corde. Mercoledì 28 luglio alle 21 al Mic una serata dedicata invece alle musiche di Haendel, Mozart, Sarasate eseguite dal Trio Granados composto da Ferdinando Trematore e Martina Silvia Alonso Benavides al violino, Angela Trematore al pianoforte. Anche in questo caso la serata sarà aperta dal preludio della poetessa Maria Luisa Vezzali. Chiude il mese di luglio “Il liuto attraverso i secoli: un viaggio dal Rinascimento al Barocco” , concerto presso Chiesa dei Salesiani giovedì 29 luglio alle 21 che vede protagonista il maestro Ettore Marchi al liuto. Musiche di Dowland, Piccinini, Kapsberger e Zamboni e preludio poetico di Sandro Pecchiari.

Gli appuntamenti di agosto

Martedì 3 agosto in Piazza della Molinella alle 21 l’orchestra Toscanini Next diretta da b presenta “film Music” con la voce di Kenzia Pentil. Un evento riservato e dedicato agli operatori socio-sanitari faentini in collaborazione con Emila Romagna Festival. Mercoledì 11 agosto alle 21 al Mic “La ghironda alla Corte di Francia” con Francesco Giusta alla ghironda, Elena Buttiero alla spinetta e Ferdinando Molteni narratore. Musiche di Baton, Vivaldi, Corrette, Chedeville, Bouin. Mercoledì 25 alle 21 al Mic chiude il mese di agosto l’Ensemble Courante con Lidia Giussani al flauto dolce, Raphael Negri al violino. Musiche di Bartòk, Ligeti, Telemann, Bach con il preludio poetico di Vanni Schiavone.

Gli appuntamenti di settembre

Sabato 4 settembre alle 21 in Piazza della Molinella “Omaggio ai Weather Report” con la Sarti Big Band. Domenica 5 settembre alle 21 nella Chiesa di San Francesco si esibiranno gli strumentisti del Teatro alla Scala Daniela Pini, mezzosoprano, e Massimo Mercelli, flauto, sulle musiche di Durante, Tartini, Vivaldi, Geminiani, Porpora in un evento in collaborazione con Emilia Romagna Festival. Giovedì 9 settembre alle 21 invece presso il Museo Carlo Zauli avrà luogo “Ossessioni Festival” con il gruppo “Sound in Space”: Maurizio Barbetti alla viola elettrica, Francesco Cuoghi alla chitarra elettrica e alla chitarra elettronica. Musiche di Eno, Stockhausen, Daugherty. Anche questo evento è realizzato con la collaborazione di Erf e prevede il preludio poetico di Michele Donati. La rassegna si chiude venerdì 24 settembre alle 21 presso la Chiesa di San Francesco. Qui si esibiranno il coro della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco di Ravenna e l’Ensemble della Scuola Sarti, diretti dal maestro Giuliano Amadei. Con Annarita Venieri ed Elisa Stinchi soprani, Carla Milani contralto, Lorenzo Bellagamba tenore e Donato D’Antonio alla chitarra. Musiche di Bach, Vivaldi, Handel. Anche questo evento è in collaborazione con Erf.

Una stagione particolarmente ricca

I tanti blocchi di quest’anno hanno svuotato i palchi durante la stagione invernale ma al tempo stesso riempiono una stagione estiva che recupera e arricchisce il programma della rassegna impedita dalla pandemia. “Un’estate ricchissima di appuntamenti con la cultura mai vista prima d’ora”, commenta il sindaco Massimo Isola, “che sarà anche espressione dell’associazionismo diffuso faentino”. Si tratta infatti di una rassegna estiva policentrica che non ha sede in un solo luogo ma ripercorre tutti i punti culturali della città. “Inoltre è un’occasione importante per permettere ai docenti della Scuola Sarti, che sono anche affermati musicisti, di esibirsi in pubblico” aggiunge Donato D’Antonio, coordinatore artistico e didattico della Scuola.

Prevendite e informazioni

Le serate che si svolgeranno al Museo Internazionale delle Ceramiche le prenotazioni e le prevendite saranno disponibili da martedì a domenica dalle 9 alle 19 presso il Museo oppure sarà possibile scrivere all’indirizzo info@micfaenza.org. Il costo del biglietto è di 7 euro, l’abbonamento a 5 spettacoli costa invece 30 euro. L’ingresso è invece gratuito per i ragazzi fino ai 14 anni ed è ridotto a 5 euro per chi possiede la Mic Card e per questi ultimi anche l’abbonamento è ridotto a 20 euro. Per i concerti ospitati al Museo Carlo Zauli, nella Chiesa di San Francesco, presso Piazza della Molinella e nella Chiesa dei Salesiani l’ingresso è gratuito, con offerta libera destinata alle attività della Scuola di Musica Sarti. E’ comunque consigliato prenotare il proprio posto scrivendo a scuoladimusicasarti@gmail.com. Per gli spettacoli del 29 giugno e 24 luglio il I settore avrà costo di 20 euro, il II settore costerà 16 euro, mentre l’ingresso è gratuito per i bambini fino a 10 anni. Il biglietto dello spettacolo del 7 luglio costerà invece 12 euro, ridotto per over 65 e under 25 a 10 euro. Anche in questo caso i bambini fino a 10 entrano gratuitamente. Il concerto del 3 agosto invece prevede un ingresso a 5 euro, gratis per i bambini fino a 10 anni. Il concerto del 5 settembre prevede un biglietto di 20 euro per il I settore, di 16 euro per il II settore. Per gli over 65 e gli under 25 il I settore è ridotto a 17 euro e il II a 14. Infine il concerto del 24 settembre avrà ingresso a 15 euro, ridotto per over 65 e under 25 a 12 euro, gratis per i bambini fino a 10 anni.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.