Consegnata l’Impagliata al piccolo Ettore, 1° nato a Faenza nel 2019

Anche in questo 2019, in occasione dell’Epifania, si è rinnovata a Faenza la tradizione dell’ “Impagliata”, cioè la consegna da parte del sindaco del “servizio per la puerpera” in maiolica, quale omaggio della città al primo maschietto e alla prima femminuccia nati a Faenza da famiglie residenti nel Comune. Si tratta di Ettore nato nella notte del 1° gennaio da mamma Avenia e papà Lorenzo Mangialardi (primo nato non solo di Faenza ma della Romagna) e Mia, per la gioia dei genitori Suade ed Ervin Kishta. «Questa tradizione trasmette un bel messaggio – spiega il sindaco Giovanni Malpezzi – testimonia il significato della vita e la protezione che la comunità riservava alla donna-madre, fin dal lontano ‘400. Valori antichi da preservare e non disperdere». Poco prima, invece, il sindaco è stato al reparto di Pediatria del nostro ospedale per consegnare un dono ai piccoli ricoverati.

Per saperne di più sull’Impagliata in ceramica, ecco qui una spiegazione da parte di Enrico Garavini in questo video realizzato all’interno della Bottega Garavini (minuto 2:50):

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.