Historia Faentina: un portale web per conoscere il passato e capire il presente

Conoscere il passato per comprendere meglio il presente: è con questo spirito che è nato il sito Historia Faentina, portale web che si propone di raccontare e divulgare storie e tradizioni della cultura locale. Il progetto verrà presentato venerdì 15 aprile alle ore 21 alla Bottega Bertaccini. Nato nel 2014 da un’idea di Miro Gamberini e Stefano Saviotti, sul sito sono presenti articoli e interventi di studiosi della storia faentina e della Romagna. A dare il loro contributo al materiale contenuto nel portale sono stati, tra gli altri, Santa Cortesi, Vittorio Maggi, Giuliano Bettoli, Enzo Bonzi, Luigi Solaroli, Lucio Donati, Enzo Casadio, Massimo Valli, Angelo Emiliani, Stefano Dirani, Sauro Casadei, Michele Orlando, Sandro Bassi, Roberto Marocci. In due anni di attività il sito ha avuto quasi 10mila visite, a testimonianza di un interesse per il passato che continua ad appassionare giovani e meno giovani.

Si darà il via anche alla collana “Opuscoli”

Dal web alla carta stampata il passo è stato breve. Da parte di alcuni associati è nata l’esigenza di “lasciare una traccia” inaugurando una piccola collana, “Opuscoli”, un’agile pubblicazione formato-quaderno tirato in poche copie che indaga e approfondisce aspetti magari “minori” della grande Storia faentina ma che rispondono a quella esigenza dichiarata in premessa: conoscendo il passato si può comprendere meglio il presente. Le prime uscite saranno presentate durante la serata del 15 aprile: Giuseppe Dalmonte col suo opuscolo “Il più antico viale di Faenza – Bicentenario dello Stradone”, e Miro Gamberini col suo “Due faentini nel ‘Servizio Segreto’ del Re Sole”.

Rispondi