Galleria Molinella 2018: ecco i 19 appuntamenti nel segno dell’arte

Un 2018 ricco di appuntamenti e forme artistiche diverse quello alla Galleria Comunale d’Arte Molinella. Diciannove, al momento, gli eventi in programma, capaci di esplorare forme pittoriche tradizionali e altri linguaggi – dalla scultura al mosaico passando per la ceramica – nel segno della contaminazione tra forme artistiche differenti. Anche per il nuovo anno si prosegue sulla linea di offrire un sempre maggior numero di mostre: l’obiettivo è garantire un maggior ricambio e una continua proposta in grado di abbracciare pubblici e artisti diversi. Ed è stata proprio una mostra particolare ad aver aperto il 2018 della Molinealla: sarà aperta fino al 28 gennaio “Ai confini della realtà” di Delio Pelliconi, con sculture bozzetti e dipinti dell’artista tra scienza e superstizione. Il primo febbraio si lascerà il posto a Edo Bianchedi con “Natura viva, natura morta”, composizioni che richiamano la quotidianità storica della Romagna.

Mai così tanti eventi alla Galleria Molinella di Faenza

Dal 17 febbraio al 4 marzo spazio alla 13^ edizione di Artegatto Artefatto a cura di Bottega Mirta Morigi e Bottega Bertaccini. Dall’8 al 18 marzo gli Amici dell’Arte presentano Alessandra Bonoli con “Appunti dal bosco”, una ricerca solitaria iniziata nel 1978 con sculture dipinte con tecniche varie. Dal 23 marzo al 7 aprile Mirco Denicolò presenta “Fuori dall’Arca”, mostra che prende spunto dalla storia biblica di Noè con sei opere formate da piastre in ceramica organizzate in forma di pannelli. L’artista Kinga Bogdanova è ospite dal 13 al 25 aprile con “Colore, vetro e forma”, dove si coniugano per la prima volta le tre ricerche artistiche della pittura, della scultura e del mosaico in un’unica visione poetica del mondo.

La stagione della Molinella 2018 prosegue dal 28 aprile al 6 maggio con Claudio Castellani che presenta una colletiva di artisti veneti e romagnoli: saranno esposte opere pittoriche e sculture eseguite con tecniche e materiali vari. “La nostra terra, atmosfere ed emozioni” è il titolo della mostra ospitata dal 9 al 20 maggio, con Marisa Faccani, Claudia Corradini, Mariella Zaccherini e Domenica Pieli. Come da tradizione, torna dal 21 al 28 maggio la mostra documentaria sulla 100 Km del Passatore. L’8^ edizione della Biennale di pittura città di Faenza sarà invece ospite dall’8 al 17 giugno. L’artista Pier Vittorio Fognani presenta una mostra personale dal 23 giugno all’8 luglio. Il costante dialogo con la poesia e la filosofia sono una chiave di lettura per leggere le opere di Maurizio Pilò, presente alla Molinella dal 13 al 29 luglio.

Molinella 2018: dalla pittura al mosaico passando per ceramica e scultura

Dal 3 al 19 agosto spazio alla personale di sculture di Paolo Spoltore. In occasione di Argillà Italia la Galleria Molinella ospiterà la terza tappa del progetto “Ceramica e Mosaico”, in cui un artista ceramista faentino dialoga con un mosaicista ravennate, creando suggestioni e collegamenti affascinanti.
L’Ottobre giapponese va in scena dal 7 al 21 gennaio per celebrare il 40° anniversario del gemellaggio Faenza-Toki (firmato nel 1979). Dal 27 ottobre al 4 novembre tornano le ‘Ciotole d’autore al sapore di solidarietà’, iniziativa di beneficenza che culminerà con l’asta dell’8 novembre al Mic. “Giuseppe Tampieri a cent’anni dalla nascita” è il titolo della mostra che ripercorre l’arte dell’artista scomparso nel 2014. Massimo Manfredi Luccioli esporrà “Apparizioni” dal 7 al 19 dicembre: una serie di disegni preparatori di un’opera in terracotta donata al Must di Faenza. Il fitto calendario della Molinella si chiuderà con la mostra di Martino Neri “Due Terzi” dal 22 dicembre al 6 gennaio 2019.

Rispondi