Farmacie comunali S.F.E.R.A., donati 4.700 euro a 4 associazioni

Destinato a iniziative di solidarietà l’1% degli incassi da banco raccolti dalle farmacie comunali S.F.E.R.A. nel dicembre 2016. Il progetto, attivo da anni sul territorio, è stato promosso durante il periodo natalizio con un duplice obiettivo: da un lato generare un aiuto concreto a favore di realtà di associazionismo locale, dall’altro promuovere una maggiore attenzione da parte della cittadinanza sulle condizioni di chi è meno privilegiato. Grd – Genitori Ragazzi Down, Sorridi alla Vita, Mani Libere e Anmic, le realtà beneficiarie di questo contributo, insieme ai due primi nati del 2017.

Un contributo per associazionismo e inclusione sociale

Il contributo di 4.700 è stato raccolto durante il periodo natalizio del 2016.
Il contributo di 4.700 è stato raccolto durante il periodo natalizio del 2016.

Gli aiuti pubblici all’associazionismo passano anche attraverso progetti come quello promosso da S.F.E.R.A. e quest’anno le destinatarie sono realtà che si occupano di disabilità e inclusione. Il sindaco Giovanni Malpezzi ha posto in rilievo come «le attività delle imprese a controllo pubblico debbano svolgere un compito importante nello sviluppo del territorio anche in ambito di solidarietà». L’obiettivo di questo progetto è stato quello di dare un contributo a quelle associazioni locali che molto fanno per la comunità, ma che non sempre dispongono di fondi sufficienti.

L’amministrazione comunale «è accanto a questi progetti e riconosce l’importanza del lavoro volontario svolto da queste realtà» afferma l’assessore al Volontariato e Associazionismo Andrea Luccaroni, che ha spiegato anche l’importanza del lavoro di rete, grazie a cui le associazioni «possono unire gli sforzi per promuovere le loro attività e sostenersi a vicenda».

Quello di S.F.E.R.A vuole essere «un piccolo contributo per dare forza al grande impegno di queste associazioni» spiega il direttore della società Roberto Rava. Le farmacie sono patrimonio dei nostri territori (Faenza, Imola, Lugo fino a Castel San Pietro, Medicina e Budrio) e ogni anno si cerca di scoprire nuove opportunità per le realtà in essi operanti.

Le associazioni beneficiarie del contributo

Sorridi alla vita prende il nome dal libro di Fabrizio Vaccari, un faentino vittima di un incidente stradale che ha voluto raccontare la sua esperienza. L’obiettivo dell’associazione è quello di dare sostegno alle famiglie di chi ha subito traumi cranici, cercando di dare un supporto nella gestione degli impegni quotidiani.

Anmic è l’associazione Nazionale mutilati e invalidi civili e pone in essere progetti di inclusione e accoglienza nelle realtà locali, per persone con disabilità fisiche non gravi. Il fondo ricevuto sarà destinato ad un progetto inclusivo che aiuterà i ragazzi ad imparare a vivere nella realtà comune di tutti i giorni.

Mani libere è un’associazione che si pone l’obiettivo di dare supporto a bambini e ragazzi autistici e alle loro famiglie, ma non solo. L’associazione è infatti aperta a tutte le persone affette da diagnosi di disabilità intellettive, realizzando progetti educativi, inclusivi e formativi.

Grd è l’associazione dei Genitori Ragazzi Down e realizza percorsi formativi psico-pedagogici per le famiglie. Inoltre ha dato vita ad un progetto inclusivo tramite il “laboratorio-punto vendita La Loggetta” e il progetto “Provo a vivere da solo” – in appartamento Co-abi.

S.F.E.R.A

La società S.F.E.R.A opera sul territorio dal 2004 con l’obiettivo di valorizzare e sviluppare il settore farmaceutico locale ed è costituita al suo interno da sei soci: Comune di Faenza, Consorzio Ami (azienda multi servizi intercomunale) di Imola, Comune di Medicina e dal 2015 i Comuni di Castel San Pietro Terme, Lugo e Budrio, per un totale di 14 farmacie comunali distribuite sul territorio. La mission aziendale è quella di interpretare in modo ottimale la “funzione di servizio pubblico” operando in regime di professionalità, efficienza e trasparenza. Inoltre, si pone l’obiettivo di assicurare a tutti i cittadini una corretta informazione e consulenza in ambito salute e benessere, garantendo la professionalità di farmacisti aggiornati e in continua formazione. Tra gli altri ambiti di azione, oltre a garantire qualità e sicurezza dei prodotti selezionati, la società si è impegnata negli scorsi anni a diminuire il prezzo di alcuni farmaci, individuati in base alle patologie più sofferte dalla clientela. Inoltre, la società si impegna a dare il proprio contributo in iniziative di solidarietà, come questa del Natale 2016.

Rispondi