Faenza: i casi di Coronavirus sono 26, 1° positivo a Brisighella

Ci vorrà ancora del tempo prima che le misure introdotte nei giorni scorsi diano i propri frutti; nel frattempo salgono a 26 i casi di Coronavirus registrati nel Comune di Faenza al 19 marzo 2020, quattro in più rispetto alla giornata precedente. Per quanto riguarda la Romagna Faentina, a Castel Bolognese si certificano dall’inizio dell’epidemia 7 casi; mentre Brisighella e Riolo Terme registrano oggi il primo caso positivo; Solarolo non subisce incrementi rispetto al primo caso già registrato nei giorni scorsi. In tutta la provincia di Ravenna i positivi al Covid 19 sono aumentati di 32 unità, portando il numero complessivo a 185. Si segnala in data odierna, purtroppo, anche la morte di un 80enne.

«Oggi sono stati registrati quattro nuovi casi a Faenza – commenta il sindaco Giovanni Malpezzi – di cui uno, un uomo di 89 anni, è purtroppo deceduto poche ore dopo il riscontro della positività al virus. Dei 32 nuovi casi in Provincia di Ravenna, 22 sono relativi a uomini e 10 a donne. Diciannove pazienti sono ricoverati, sebbene in condizioni non gravi, dodici sono invece i pazienti in isolamento domiciliare volontario poiché privi di sintomi o con sintomi lievi; una persona è quella di Faenza deceduta. Ai suoi cari, giungano i miei sentimenti di vicinanza e cordoglio».

Coronavirus: 1° caso anche a Riolo Terme

«Avevamo la piena consapevolezza che questa possibilità si sarebbe potuta verificare, ma averne la conferma – commenta il sindaco di Riolo Terme, Alfonso Nicolardi – se da una parte alimenta un sentimento di paura, dall’altra deve rafforzare in tutti noi la volontà di fare di tutto per imboccare con convinzione, la sola e unica strada per venirne fuori: stare a casa il più possibile».

Il Dipartimento di Sanità Pubblica continua incessantemente a svolgere indagini epidemiologiche approfondite per identificare il prima possibile tutti i possibili contatti dei pazienti Covid e porli in isolamento. Recentemente queste indagini stanno identificando in punti diversi del territorio gruppetti di casi correlati tra di loro. E’ di fondamentale importanza che i cittadini rispettino le regole vigenti limitando i loro spostamenti solo alle situazioni di lavoro e necessità.

L’appello alla fiducia verso gli altri del sindaco di Castel Bolognese

Luca Della Godenza.

Non solo rispetto delle regole, ma anche un atteggiamento di fiducia reciproca: è stato questo il messaggio lanciato ai suoi concittadini dal sindaco di Castel Bolognese, Luca Della Godenza. «Ho visto tanti vostri messaggi – ha scritto su Facebook – tra chi mi chiede più controlli, chi mi segnala persone che escono, chi mi chiede se dopo una giornata di lavoro può fare una passeggiata, chi mi dice che non riesce più a tenere i propri figli, chi mi dice che i propri genitori anziani vogliono uscire, chi mi chiede dove può portare a spasso il cane e così via. Ora davanti a tante domande che non hanno risposta credo che l’unica cosa che possiamo fare sia quella di fidarci. Fidarci dei medici che ci curano, dei vigili che controllano, delle istituzioni che agiscono e ordinano misure restrittive. E fidarci dell’altro. La cosa più difficile. Fidarci quando vediamo una persona per strada, perché non sappiamo se ha un problema di salute o di depressione che lo porta a uscire. Mettere su facebook la sua foto vuol dire esporlo al pubblico giudizio e giudicarlo, ma chi sono io per giudicare? Non sono tutto forti come noi che scriviamo sui social dicendo di stare in casa, ci sono anche persone che per motivi che non conosciamo ne hanno il bisogno. Non giudichiamole, la situazione è più difficile per loro. Chiediamogli di prendere tutte le precauzioni ma non urliamogli addosso. Non serve, e non servirà nemmeno domani. Facendo così giudichiamo negativamente noi stessi, prima di loro. Fidiamoci dell’altro e del buon senso, perché anche se come diceva Manzoni, “il buonsenso c’era ma se ne stava nascosto per paura del senso comune”, noi non abbiamo paura del senso comune».

Emilia-Romagna: superata quota 5mila casi di Covid 19

In Emilia-Romagna salgono complessivamente a 5.214 i casi di positività al Coronavirus: 689 in più rispetto all’aggiornamento del giorno precedente. Si tratta del dato più pesante da quando è iniziata questa rilevazione giornaliera. Complessivamente, sono 2.196 le persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi;quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 260 (13 in più rispetto a ieri).

Nuova ordinanza per contenere passeggiate e biciclette

E’ entrata in vigore la nuova ordinanza del presidente della Regione Emilia-Romagna, firmata mercoledì 18 marzo, che limita ulteriormente le uscite per attività motoria e con animali da compagnia. Il provvedimento sarà in vigore da oggi fino al 3 aprile e nello specifico recita: “L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari). Nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione”. 

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.