Faenza, sbarcano gli e-workafè nel complesso ex-Salesiani: a ottobre l’apertura

Una catena di “caffetterie del lavoro” pensate per creare un ponte tra lo svago e il mondo lavorativo: gli e-workafè sbarcheranno nel prossimo ottobre a Faenza, nella corte interna del complesso ex-Salesiani, spazio che Faventia Sales, proprio grazie al contributo dell’agenzia per il lavoro e-Work, sta mettendo al centro di un forte rinnovamento non solo urbanistico, ma anche di contenuto.

E-work: agenzia per il lavoro che ha portato a Faenza gli e-workafè

La corte interna degli ex-Salesiani ospiterà il primo e-workcafè della Romagna, un’idea innovativa già sviluppata nelle grandi città. Oltre al servizio bar, gli e-workafé offrono spazi per riunioni, incontri di lavoro e studio, Wi-Fi gratuito con tablet dedicati, un servizio di book crossing e un collegamento diretto con i locali dell’agenzia, dove è possibile proporre il proprio CV o sostenere un primo colloquio conoscitivo.E-workafé nasce per coniugare lo spirito del Caffè, inteso nel suo significato europeo di luogo di incontro, con le logiche del co-working. I primi e-workafè sono stati aperti a inizio 2016 a Milano, in via Cola Montano 32, adiacente alla sede centrale di e-work, e a Pordenone. Nel 2017 a Parma, Cremona e Busto Arsizio. Nei primi sei mesi del 2018, verrà aperto, oltre a Faenza, a Venezia; in previsione Roma. «Con Faventia Sales abbiamo condiviso un progetto che nel corso del tempo si è sempre più consolidato – afferma Paolo Ferrario, amministratore delegato di E-work – Tramite i servizi che offriamo, aiutiamo le aziende e le persone a conoscersi, e farlo in un luogo come quello del complesso ex-Salesiani ci permette di unire in un unico spazio la ricerca di lavoro delle persone con i momenti di svago». «Gli e-workafè rappresentano un progetto nuovo – conclude Ferrario – che vede qui a Faenza la settima apertura ed è in ulteriore espansione. Non si tratta solo di un bar, ma di una ulteriore opportunità per cercare lavoro all’interno di contesti piacevoli e quotidiani».

Il Gruppo e-work, nato nel 2000 ha un bilancio che supera i 150 milioni di euro di fatturato, e avrà in gestione anche la nuova palestra Overcome Fitness Club che sorgerà nel complesso ex-Salesiani nel settembre 2019 e si occupa dell’inserimento lavorativo di persone con difficoltà partendo dalla necessità delle proprie aziende clienti di ottemperare correttamente e con precisione agli obblighi di legge. Dal cuore della Fondazione si svilupperanno campagne di informazione e sensibilizzazione, percorsi di formazione professionalizzanti, percorsi di accompagnamento al lavoro e di affiancamento di psicologi e psicoterapeuti, sino alla ricerca di effettive possibilità di inserimento lavorativo in aziende prestigiose e selezionate.

Andrea Fabbri (Faventia Sales): “Volevamo un investimento sui contenuti, prima ancora che sulla ricostruzione fisica”

e-work cafe faenza salesiani

Un progetto che si inserisce nel contesto del recupero degli ex-Salesiani: la corte interna già da questo autunno avrà a disposizione l’area ristorazione dell’e-workcafè e uno spazio verde con giochi per bambini a disposizione di tutta la cittadinanza. Procede dunque, per Faventia Sales, lo sviluppo del progetto originario di recupero degli ex-Salesiani che si sta concretizzando grazie anche alla collaborazione con E-Work: un rapporto non solo di investimenti, ma di contenuti. «Per noi era importante creare un momento per spiegare alla città cosa significa per noi questa collaborazione con E-Work – spiega Andrea Fabbri, presidente di Faventia Sales – Fin dall’insediamento abbiamo capito che per rispettare la mission della società avremmo dovuto cercare il giusto mix tra investitori pubblici e privati, privati che hanno deciso di scommettere assieme a noi sul recupero di quest’area in un progetto a lungo termine». Fra una decina di giorni sarà aperto l’e-workafè che offrirà spazio bar e ristorazione, mentre è appena partito il cantiere che a settembre 2019 garantirà la nuova palestra e area sportiva, rendendo la corte interna degli ex-Salesiani uno spazio unico a 360 gradi.

Tomaso Tarozzi (Confindustria Romagna): “E-work sarà importante per sviluppare altre imprese e attività”

«Si tratta di un’iniziativa importante nel territorio faentino – spiega Tomaso Tarozzi, vice presidente ravennate di Confindustria Romagna – territorio che sta attraversando meglio di altri il periodo post-crisi. Segna la crescita del territorio e ringrazio E-Work nel suo processo di espansione in Emilia-Romagna dopo Parma e Bologna. Si tratta di un’attività che non è fine a se stessa, ma può servire a moltiplicare lo sviluppo di altre imprese e attività. Ha anche un approccio innovativo: gli e-workcafè sono un progetto non noto nelle piccole città, con sperimentazioni di grande interesse. Darà una spinta alla città ed è il frutto di un progetto a lungo termine».

Massimo Isola: “Gli ex-Salesiani non sono solo un contenitore, ma rappresentano uno spazio in cui sviluppare nuovi contenuti”

«E’ un progetto complesso ma di grande valore per rivitalizzare uno spazio del centro storico che rappresenta un cuore fondamentale della città – spiega il vice sindaco di Faenza, Massimo Isola – Si tratta di uno spazio con un’anima in grado di costruire ulteriori nuovi progetti. Ciò che sta nascendo qui non poteva nascere trenta o quaranta anni, e rappresenta un luogo capace di abbinare spazi per giovani, adulti, la formazione, lo sport e l’innovazione. A settembre inaugurerà anche la scuola di musica in questo complesso: si tratta di un progetto in grado di rinnovare complessivamente tutto il centro storico di Faenza».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.