Curves Faenza: uno sguardo sul benessere femminile in vista dell’estate

Fino alla scorsa settimana il clima favorevole ci ha permesso di avere un primo assaggio d’estate: i primi caldi, le prime serate miti e le giornate dove la colonnina del termometro ha raggiunto picchi fino ai 33 gradi hanno portato il buonumore e la voglia di mare, di vestiti più leggeri e giornate spensierate di vacanza. Spesso e volentieri le parole “estate” e “vacanza” sono associate – specialmente nella testa delle donne più o meno giovani – a un altro binomio, e cioè quello di “prova costume”, vale a dire di forma fisica a 360°. Quando i bagordi invernali – nascosti sotto pesanti maglioni e indumenti di lana – si trasformano in chili in più, ritenzione idrica, cellulite, stanchezza psicofisica, mancanza di energie, sovrappeso e tutto ciò che implica, scatta dentro di noi un campanello d’allarme: si cerca cioè di correre ai ripari con diete forzate, sedute massacranti di palestra, digiuni, prodotti depurativi e dimagranti e quant’altro.

Anche a Faenza sbarca il metodo Curves, nato negli Usa

Esistono tuttavia nuovi metodi e accorgimenti che permettono di stimolare in maniera adeguata il metabolismo di ognuno di noi adattandosi alla vita frenetica che ogni giorno conduciamo; uno di questi è il metodo Curves. Giunto da poco più di due mesi anche a Faenza, il metodo Curves ha origine americana: studiato per la prima volta trent’anni fa negli Stati Uniti (dove, nel 1992 in Texas è stata aperta la prima palestra), permette di svolgere un allenamento che unisca forza, cardio e stretching in soli 30 minuti e bruciando circa 500 kcal a seduta, formando in maniera corretta la massa magra e muscolare e accelerando il metabolismo.

Esercizio fisico e alimentazione

Dotata di 12 macchine studiate appositamente per il corpo femminile disposte a circuito da cambiare ciascuna ogni 30 secondi, la palestra Curves costituisce qualcosa di rivoluzionario nel pensare il benessere femminile: è stato dimostrato infatti che se la si frequenta tre volte a settimana viene ridotto il rischio di patologie come malattie cardiovascolari, ictus, tumore al colon, diabete di tipo 2, osteoporosi, pressione alta, e viene controllato in maniera efficace l’equilibrio del peso, la salute di ossa, muscoli e articolazioni, sollevandoci inoltre dai dolori dell’artrite e infine riducendo i sintomi di ansia e depressione. Per quanto riguarda invece l’alimentazione (da conciliare con il metodo di movimento ed esercizio fisico sopracitato), gli accorgimenti da adottare sono semplici e efficaci; si sa, con la bella stagione si tende a privilegiare un’alimentazione più ricca di fibre, acqua, vitamine e sali minerali, ma soprattutto povera di grassi e ricca di proteine: in altre parole, frutta e verdura regnano nelle nostre tavole, sotto forma di centrifugati, insalate, macedonie, contorni e acque aromatizzate.

Ecco qua un vero e proprio abc di consigli per tornare in forma per l’estate velocemente e in maniera efficace.

I 6 consigli di benessere per vivere un’estate 2018 al top

-Acque detox: molto spesso ci dimentichiamo quanto sia fondamentale bere acqua per idratarsi durante la stagione calda, e non beviamo. Per questo in pochi minuti possiamo facilmente preparare ottime acque aromatizzate detox, bevande rinfrescanti e ricche di vitamine, ottimo rimedio naturale per contribuire a depurare l’organismo. Si possono preparare usando frutta, erbe aromatiche, zenzero, cetrioli, agrumi, barbabietole rosse. Si possono inoltre conservare in frigo per un massimo di quattro giorni. Nella pagina facebook In Forma BenEssere (gestita dall’istruttrice di Curves Faenza, Veronica) troverete tante ricette e consigli per scopi diversi(riduzione peso, cellulite, energia, vitamina C ecc…)

-Ananas: questo straordinario frutto tropicale contiene la bromelina, potente antinfiammatorio che stimola il metabolismo di grassi e proteine, e permette un efficace drenaggio dei liquidi corporei in eccesso; può essere mangiato sia prima che dopo i pasti sia a spicchi che sottoforma di centrifugato. La vitamina C presente nel frutto stimola positivamente il sistema immunitario, mentre la vitamina A contrasta i radicali liberi e previene i segni dell’invecchiamento.

-Cellulite: non ha bisogno di presentazioni, questo fastidioso inestetismo si combatte riducendo in maniera esponenziale il sale dagli alimenti, bevendo molta acqua, limitando gli alcolici, eliminando le bibite gassate e zuccherate, tè e caffè (tranne il tè verde) e assumendo ananas, agrumi (come l’arancio e il pompelmo rosa), fragole e tutta quella frutta e quella verdura ricca d’acqua ma povera di zuccheri e di calorie (come i carciofi, di cui parleremo dopo). Per quanto riguarda invece gli esercizi con macchine e a corpo libero, van benissimo il nuoto, lo step, il tapis roulant, la camminata in pendenza, lo squat (stando però attenti nel piegare correttamente le ginocchia), gli slanci e il ponte per i glutei.

-Centrifugati ed estratti: quando la stanchezza e l’astenia mordono e ormai i complessi multivitaminici non bastano più, non c’è niente di meglio che prepararsi o bere un centrifugato o un estratto a base di verdura e frutta mista, zenzero e vitamina c: una vera “bomba” energetica, con poche fibre che riducono il senso di gonfiore e pesantezza.

-Colesterolo e diabete: per quanto riguarda queste diffusissime patologie dovute soprattutto a un’alimentazione sbagliata e a uno stile di vita sedentario, chi ne soffre ha però un potente alleato naturale: il carciofo. Questo ortaggio ha 22 kcal per 100 grammi, è ricco di fibre, ha un basso indice glicemico e abbonda di potassio e sali di ferro, oltre che di zuccheri consentiti ai diabetici come la mannite e l’inulina (fonte In Forma BenEssere, pagina fb). Il carciofo infine protegge il fegato ed è molto diuretico.

-Pelle e abbronzatura: con i primi soli vogliamo tutti abbandonare il colore pallido dell’inverno. Attenzione però: idratiamo sempre la nostra pelle mattino e sera, e portiamo sempre con noi (oltre all’attivatore di abbronzatura) la protezione solare. Prevenire è meglio che curare, I raggi solari sono sì sani ma portatori di malattie e stimolano la produzione di radicali liberi e l’invecchiamento. Per una pelle sana e un colorito salutare assumiamo cibi ricchi di betacarotene, beviamo molta acqua ma soprattutto proteggiamoci ed evitiamo possibilmente le lampade solari o l’esposizione al sole nelle ore più calde.

Annalaura Matatia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.