Confcooperative Ravenna-Rimini: fatturato da 2,7 mld di euro

385 cooperative associate, 123.548 soci, 15.242 occupati e oltre 2,7 miliardi di euro di fatturato: sono questi i numeri rappresentati da Confcooperative Ravenna-Rimini e diffusi venerdì 20 settembre al centro congressi di Milano Marittima nel corso dell’assemblea annuale. All’incontro, al quale erano presenti oltre 200 persone tra delegati e ospiti, hanno partecipato, tra gli altri, anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini.

Luca Bracci: “Più forti uniti”

Durante il pomeriggio, organizzato ad esattamente un anno dalla fusione tra le Unioni territoriali di Confcooperative Ravenna e Rimini, è stato anche presentato il primo Bilancio di Sostenibilità dell’Organizzazione, un’occasione importante per fare il punto delle cose fatte fino ad ora e per lanciare la linea politico-organizzativa dei prossimi mesi, anche sulla scia della strada tracciata dall’Agenda 2030 dell’Onu. «Se all’inizio l’unione tra le due realtà provinciali di Ravenna e Rimini era una scommessa, accompagnata dalle giuste paure, oggi, a distanza di un anno, possiamo affermare che lavorare insieme è un successo – sottolinea il presidente di Confcooperative Ravenna-Rimini Luca Bracci –. La nostra realtà è riuscita così a essere più forte e rappresentativa, capace di stare al fianco delle proprie cooperative. Imprese che hanno fatto e stanno facendo la loro parte in ogni ambito, partendo sempre dal basso, dalle persone, dai soci, dalle assemblee».

I settori agricoli e pesca quelli con il fatturato più alto

Lo stesso andamento economico delle cooperative associate, infatti, si conferma in crescita superando complessivamente i 2,7 miliardi di euro così suddiviso per settore: 1,5 miliardi agricolo e pesca (59 cooperative); 4,9 milioni abitazione (25 cooperative); 145 milioni consumo e utenza (13); 500 milioni lavoro e servizi (125 cooperative); 264 milioni sociale (116 cooperative); 14 milioni cultura, turismo e sport (43 cooperative); 280 milioni credito (3 cooperative); 0,5 milioni sanità (1 cooperativa).

Tra i momenti più sentiti dell’assemblea c’è stata anche la consegna delle targhe ad alcune realtà cooperative che operano sul territorio da oltre 100 anni. Nello specifico hanno ricevuto il riconoscimento i rappresentanti del Consorzio Agrario di Ravenna, Casa del Popolo di Faenza, La Bcc ravennate forlivese e imolese, Banca Maltestiana, Riviera Banca e Romagna Banca.

In occasione dell’evento Confcooperative Ravenna-Rimini ha inoltre invitato ospiti e delegati a raggiungere l’assemblea con una modalità di trasporto sostenibile nell’ambito delle iniziative organizzate all’interno Settimana Europea della Mobilità. Dai dati ricavati al momento della registrazione, grazie all’impegno degli ospiti, sono stati risparmiati 25.546 kg di CO2.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.