L’assessore Bandini replica al comitato di via Naviglio sull’estensione della Ztl

L’amministrazione comunale, per voce dell’assessore alla mobilità Antonio Bandini, intende rispondere alla dichiarazioni del neonato comitato di via Naviglio apparse sabato 28 settembre 2019 sulla stampa. «Prima di tutto occorre sottolineare che sono state fatte affermazioni non vere – esordisce l’assessore – è falso, ad esempio, che da gennaio i varchi lettura targhe saranno abilitati per fare multe: lo abbiamo escluso più volte, anche pubblicamente. Allo stesso modo non è vero che è stata una decisione improvvisa. Questa scelta è frutto di un percorso di confronto con i cittadini sul piano urbano della mobilità che ha preso avvio ben due anni fa, con numerose riunioni».

“Le possibili estensioni della Ztl non sono definitive”

«Anche quanto riferito circa le future estensioni della Ztl è impreciso: ipotizza soluzioni ancora non definite. Detto ciò – prosegue Bandini – comprendiamo le preoccupazioni che nascono a fronte del cambiamento e rinnoviamo la massima disponibilità a confrontarci con gli esercenti e i residenti di via Naviglio per affrontare le loro puntuali problematiche e individuare gli accorgimenti che possano ulteriormente migliorare la fruibilità della zona. Senza però dimenticare – conclude l’assessore – che l’introduzione della seconda linea del Green-Bus, con fermata davanti alle Poste, incrementerà sempre di più l’afflusso di persone in via Naviglio a beneficio anche dei commercianti e che nei piani dell’amministrazione c’è l’intenzione di introdurre, per i residenti delle zone Ztl, la possibilità di accedere e attraversare il centro storico senza alcuna restrizione: vantaggi non da poco».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.