Colpi di scena 2018: da Faenza a Forlì, 34 spettacoli con il meglio del Teatro Ragazzi

Da Faenza a Bagnacavallo, un festival che abbraccia 34 spettacoli in quattro giorni con il meglio delle nuove produzioni di Teatro Ragazzi. Accademia Perduta/Romagna Teatri presenta, dal 2 al 5 luglio, la decima edizione di Colpi di scena 2018, vetrina delle più importanti e significative nuove produzioni di Teatro Ragazzi dell’Emilia-Romagna, che quest’anno sarà ampliata da uno sguardo rivolto a progetti nazionali e internazionali.

Colpi di scena 2018: si parte il 2 luglio

Nel suo identitario clima piacevole e conviviale, Colpi di scena ospiterà i debutti di nuove creazioni di compagnie storiche (tra le altre, Accademia Perduta/Romagna Teatri, Teatro Gioco Vita, Teatro delle Briciole, La Baracca, Teatro delle Albe, Drammatico Vegetale, Fratelli di Taglia, Societas Raffaello Sanzio), opere di artisti emergenti (ne sono esempi Progetto g.g., Teatro Perdavvero) e un’inedita selezione di spettacoli proposti da compagnie internazionali (Theatre Company Pinklec, Luceafarul Theatre, Credo Thatre, Théâtre du Gros Mécano, Ker Théâtre Mandiaye N’Diaye). Con l’altissima qualità delle sue proposte, il Teatro Ragazzi è invece uno stimolante mezzo di confronto artistico, capace di accettare le “sfide” di nuovi linguaggi in continua ricerca, sperimentazione, evoluzione. «C’è una selezione importante nella proposta di queste nuove produzioni – spiega Ruggero Sintoni, condirettore artistico di Accademia Perduta – che fanno di questo festival un punto di riferimento per gli operatori di settore, capace di portare il meglio di un teatro di valore per il nostro territorio». Il viaggio di Colpi di Scena partirà il 2 luglio da Faenza dove, nel foyer del Teatro Masini, sarà allestito il punto d’accoglienza per gli ospiti della vetrina. Alle ore 14.30 presso il Ridotto del Teatro Masini andrà in scena il primo spettacolo: Valentina vuole della compagnia emergente Progetto g.g.

Alla scoperta degli spazi teatrali della Romagna

Il festival sarà inoltre occasione per i numerosi ospiti attesi (direttori artistici italiani, europei ed extra-europei) e per il pubblico, di compiere un viaggio attraverso alcuni spazi – non solo strettamente teatrali – che rappresentano un patrimonio artistico e turistico della Romagna. Numerosi e particolari saranno infatti gli spazi utilizzati: a Faenza, il Teatro Masini e il suo Ridotto, la Casa del Teatro, Teatri Europa e Sarti e il “salotto” all’aperto di Piazza Nenni; a Bagnacavallo, la centrale Piazza della Libertà, la Piazzetta del Carmine e la Sala del Consiglio Comunale; il Teatro Comunale di Russi. Di particolare interesse sarà, in questo senso, la tranche forlivese della vetrina. La città di Forlì è infatti inserita nella Rotta Culturale Atrium, itinerario turistico e culturale transnazionale per esplorare la memoria europea del XX secolo che focalizza l’attenzione sulle architetture dei regimi totalitari nelle memorie urbane. Grazie alla collaborazione con Associazione Atrium che connette le città e i paesi d’Europa che condividono il patrimonio architettonico dei regimi totalitari del secolo scorso, Colpi di Scena 2018 ospiterà, per la prima volta in Italia, formazioni teatrali provenienti da paesi membri, quali Croazia, Romania, Bulgaria, e utilizzerà nel suo itinerario alcuni spazi della Rotta quali la Sala delle Costellazioni e l’Ex Deposito ATR, oltre ai convenzionali spazi teatrali forlivesi: Teatro Diego Fabbri, Il Piccolo, Testori, Félix Guattari.

 

La vetrina, realizzata con il sostegno di Mibact – Ministero per i Beni e Attività Culturali e del Turismo, Regione Emilia-Romagna, Comuni di Bagnacavallo, Faenza, Forlì, Unione della Romagna Faentina – Atmosfere Faentine 2018 e Associazione Atrium, presenterà ben 34 produzioni, molte delle quali al debutto nazionale assoluto, in quattro città: Faenza, Bagnacavallo, Forlì, Russi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.